Home » Cronaca » 168° Nucleo Protezione Civile, nuove attrezzature grazie ai fondi di Regione Lombardia

168° Nucleo Protezione Civile, nuove attrezzature grazie ai fondi di Regione Lombardia

Il generatore acquistato con i fondi regionali

E’ un 2018 da incorniciare quello vissuto dal 168° Nucleo Volontariato e Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Sesto San Giovanni. Nel settembre scorso l’acquisto di un furgone grazie alla sottoscrizione dei familiari dello scomparso Franco Rota, amico e compagno di innumerevoli missioni. A metà ottobre l’aggiudicazione del bando di Regione Lombardia per l’acquisto di attrezzature di Protezione Civile.
Il bando si rivolgeva agli enti locali dotati di gruppi comunali o intercomunali di Protezione Civile e alle associazioni già iscritte all’Albo Regionale del Volontariato di Protezione Civile. Il contributo, a fondo perduto e quindi erogato al 100% della spesa preventivata, era finalizzato all’acquisto di beni di piccola entità (massimo 5.000 euro).
“A luglio siamo venuti a conoscenza del bando di Regione Lombardia – racconta Dario Avellis – e subito ci siamo messi all’opera per inoltrare le domande sulla piattaforma SiAge (il termine ultimo per la presentazione era fissato per il 12 settembre, ndr), abbiamo compilato tutti i moduli necessari per partecipare, preparato la dichiarazione di autocertificazione relativa ai requisiti posseduti e la documentazione relativa ai beni di cui si proponeva l’acquisto, allegando quindi preventivi, tabelle riepilogative e descrizioni tecniche”.

Dario Avellis e Dino Gigli

Grazie all’aggiudicazione del bando (tra la cinquantina di associazioni di volontariato partecipanti, quella sestese si è piazzata sesta) l’associazione sestese ha ottenuto un finanziamento di 3.239,60 euro con i quali ha coperto le spese di acquisto di un generatore da 5 chilowatt a motore diesel e una torre faro di 5,5 metri di altezza e 97 kg di peso, dotata di due proiettori Led da 150 W in grado di illuminare un interno campo da basket. “Uno strumento noi indispensabile – sottolinea il presidente Dino Gigli -, soprattutto durante gli interventi in notturna”.
L’attrezzatura per un valore di oltre tremila euro (complessivamente le risorse disponibili del bando ammontavano a 500mila euro), va così ad aggiungersi alla pompa idrovora donata al nucleo di protezione civile dalla Banca di Credito Cooperativo. “E al nostro furgone – continua Gigli – che ci consente di essere autonomi negli spostamenti e di trasportare tutta l’attrezzatura”.  “Il nostro prossimo obiettivo – precisa Avellis – è di riuscire ad acquistare un carrello per posizionarci tutta l’attrezzatura e trasportarla in modo agevole col furgone”.

Francesca Paciulli

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Crollo ponte Morandi, cerimonia commemorativa delle vittime

Si terrà domani, mercoledì 14 agosto, la cerimonia commemorativa delle vittime del crollo di Ponte Morandi a …

Lascia un commento