Home » Cronaca » Trasporti » Giunta approva protocollo di intesa per prolungamento M5 verso Monza

Giunta approva protocollo di intesa per prolungamento M5 verso Monza

La giunta di Sesto San Giovanni ha dato l’ok alla delibera che approva il progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica e il protocollo di intesa per la realizzazione del prolungamento della M5 a Monza che toccherà in parte anche il Comune di Sesto San Giovanni. Il costo complessivo dell’opera, risultante dal quadro economico di progetto è pari ad € 1.250.000.000,00 e il citato protocollo d’intesa, tra gli impegni gravanti sugli enti coinvolti, prevede il cofinanziamento dell’opera per la quota del 28% dell’importo complessivo, pari ad un totale di 350 milioni di Euro, da ripartirsi tra Regione Lombardia, Comune di Milano, Comune di Sesto San Giovanni, Comune di Cinisello Balsamo e Comune di Monza; il medesimo protocollo prevede inoltre che le singole quote economiche, a carico di ciascun ente, saranno determinate con successivo atto che abbia tra i criteri orientativi il numero di stazioni, la lunghezza del tratto di metropolitana ricadenti sul territorio e il bacino di influenza delle stazioni.
“Siamo molto favorevoli a questo progetto e al prolungamento della linea 5 attraversando il territorio cittadino. E’ un’opera che serve a incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico locale – commenta il Sindaco Roberto Di Stefano – andando a decongestionare il traffico automobilistico e su gomma nell’area metropolitana del nord Milano. Due fermate (attualmente indicate come Gorky/Testi e Rondinella/Crocetta) interesseranno Sesto San Giovanni e andranno a sommarsi alle nuove fermate in costruzione del prolungamento della linea M1. Siamo quindi di fronte a un cambiamento epocale per la mobilità sestese. Sulla denominazione delle fermate auspico due accorgimenti per valorizzare ancora di più questa zona: la prima fermata Gorky/Testi dovrebbe essere denominata in Parco Nord come punto di collegamento tra tutti i territori coinvolti mentre è da valutare la modifica della fermata esistente Bignami, aggiungendo la dicitura “Carroponte”, ormai diventata realtà nota in tutto l’hinterland milanese e non solo.
Il prolungamento della linea 5 avrà un impatto ancor più rilevante, considerando la svolta sulla tariffa unica che abbiamo fortemente sollecitato. I pendolari non avranno più necessità di recarsi fino a Sesto Marelli o Bignami per poter entrare nel sistema di trasporto della città di Milano con tariffa urbana.”
“Con queste due fermate Sesto San Giovanni avrà complessivamente 6 fermate di metropolitana sul proprio territorio. Verrà valorizzata la nostra posizione strategica – commenta l’assessore alla mobilità Antonio Lamiranda – e l’importanza di Sesto per i trasporti nell’area del nord Milano. Siamo soddisfatti per il lavoro fatto fino ad oggi e per la collaborazione portata avanti con gli uffici dei vari enti coinvolti”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Trasporti, PD Sesto: bene la proposta di tariffa unificata

Il PD di Sesto San Giovanni esprime soddisfazione per la proposta di tariffa unificata avanzata …

Lascia un commento