Home » Cronaca » Trasporti » Visita al cantiere M1, la fine dei lavori prevista nel 2020
Il sindaco Ghilardi visita il cantiere della M1

Visita al cantiere M1, la fine dei lavori prevista nel 2020

Quando prendiamo la metropolitana non immaginiamo quali grandi ed impegnativi lavori civili ci siano dietro la costruzione di una tale opera civile. La visita ad un cantiere della metropolitana è un’esperienza impressionante: terreno scavato in profondità, alti muri che si ergono ai lati di una strada sotterranea, una lunga galleria che si addentra nelle viscere della terra. La Metropolitana Milanese avanza sul nostro territorio: ci sono cantieri aperti da diversi anni nell’Area di Sesto San Giovanni (Restellone) e Cinisello Balsamo ma i lavori, che in passato hanno subito vari rallentamenti, ora hanno ripreso con un ritmo sostenuto.
Quattro gli Enti coinvolti – Comune di Milano, Città Metropolitana, Regione Lombardia, Comune di Monza -per realizzare il prolungamento della Linea MM1 (Rossa) e della Linea MM5 (Lilla).
Nell’Area di Cinisello Balsamo, Nord Milano, importanti opere civili sono in atto per cambiare la fisionomia del territorio e garantire migliori servizi pubblici e commerciali: nella stessa Area verrà riaperto il centro commerciale, chiuso ad ottobre del 2015, ampliato con un multisala. Sarà, inoltre, spostato il Metanodotto nonché prolungata la linea 5 della Metropolitana con una stazione di interscambio tra la linea Rossa e la Lilla.
La metropolitana è già arrivata da parecchi anni nei Comuni limitrofi di Sesto San Giovanni e Cologno Monzese, ma Cinisello, pur avendo ricevuto la fattibilità operativa e finanziaria nel lontano 2005, ha dovuto aspettare fino al 2010 prima che iniziassero i lavori di prolungamento. Sinora due Società si sono succedute in questi lavori ma senza portarli a termine: il fallimento di una di queste ha rallentato enormemente il progetto il quale ha avuto una vera e propria battuta d’arresto nel 2015, quando si è messo mano alla variante urbanistica che nel frattempo si è resa necessaria.
La mattina di lunedì 16 luglio, il neo-sindaco di Cinisello Balsamo, Giacomo Ghilardi, ha fatto la sua prima visita al cantiere MM1 per conoscere più da vicino questa importante opera per la sua Città e tutto il territorio circostante. Una nuova Società di origine capitolina, la De Santis, ha deciso di investire nel progetto di MM SpA ed i lavori sono ripresi all’inizio di quest’anno. Durante la visita al cantiere commenti tecnici si sono alternati alle dichiarazioni del Sindaco offrendo un ampio panorama delle realizzazioni civili in programma nell’area Nord Milano.
L’Ing. Mori, direttore dei lavori, ha spiegato che il cantiere è stato riaperto a fine 2017, ma i lavori veri e propri sono ripartiti a gennaio 2018 sulla base di un nuovo progetto in quanto il precedente, risalente al 2009, era oramai superato. L’apertura della stazione ferroviaria è prevista per febbraio/marzo 2020, dopodiché occorreranno circa 6 mesi di verifiche impiantistiche e un periodo di pre-esercizio prima di dare il via alla 1^ corsa pubblica prevista per ottobre 2020.
Anche l’Auchan riaprirà nel 2020 e in accordo al cronoprogramma regionale si farà di tutto per allineare le tempistiche delle due aperture: stazione metropolitana e centro commerciale. Due opere vicine che prevedono il completamento di varie infrastrutture tra cui un ampio parcheggio di migliaia di posti di cui 1500 dedicati solo a chi utilizzerà la metropolitana. Ultimata la stazione ferroviaria MM1 si predisporrà un manufatto di scavalco ed un collegamento con la linea MM5: come previsto dal piano di lottizzazione del quartiere Bettola, qui si realizzerà una stazione di interscambio tra MM5 e MM1.
Molte sono state le difficoltà incontrate al momento della ripresa dei lavori della costruzione della fermata della metropolitana tra cui l’innalzamento della falda acquifera. Il Direttore operativo, Gabriele Galeazzi, ha spiegato che il problema di tale innalzamento è stato risolto creando un guscio dello scavo della galleria con miscele cementizie e integrative che permette di andare in avanzamento in sicurezza senza la risalita del fondo dell’acqua. Non sono previste altre difficoltà e i lavori stanno proseguendo a ritmo sostenuto, con circa 70/80 persone in cantiere ogni giorno che lavorano su 2 turni in superficie e 3 turni, anche festivi, in galleria. Così facendo ogni 5 giorni di lavoro si riesce ad avanzare, sia con le opere di consolidamento che con gli scavi, di 8 mt.
Per il primo cittadino di Cinisello Balsamo questa è un’opera di trasporto pubblico straordinaria che la sua città ha atteso a lungo. Lo stesso Ghilardi, da cinisellese, si sente molto orgoglioso di avere sul proprio territorio una infrastruttura di così grande rilievo non solo per Cinisello ma anche per l’Area Nord Milano, per la Città Metropolitana e per la Lombardia tutta.
Per quanto riguarda gli eventuali rallentamenti o complicazioni burocratiche che potrebbero verificarsi a causa del passaggio di consegne con l’Amministrazione comunale precedente, il sindaco rassicura che la nuova amministrazione è a disposizione per un dialogo con quella passata al fine di procedere speditamente alla realizzazione dell’opera.
Il Sindaco, durante la presentazione, ha anche parlato di Commercio 2.0, evidenziando che la grande distribuzione, oltre ai suoi noti vantaggi, comporta anche degli svantaggi che derivano soprattutto dal fatto che il commercio di vicinato risente della presenza di questi enormi centri commerciali. Pertanto, ha assicurato che l’Amministrazione Comunale cercherà di trovare soluzioni tali da permettere anche ai negozi di vicinato di continuare a vivere e far vivere la città.
Ci auguriamo quindi che sia ancora una volta dimostrata la bontà della teoria del famoso economista inglese John Maynard Keynes che sosteneva che le opere civili sostenute, volute e finanziate dai governi, siano essi comunali, provinciali, regionali o nazionali, sono fondamentali per la ripresa economica.

Rita Giampieri

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Conferenza TPL, presente anche un cittadino sestese: timidi bagliori di speranza

C’era anche il nostro attento lettore Giovanni Giudice lunedì 7 maggio a Milano nella Sala …

Lascia un commento