Home » Tempo libero » Photojouer: vince Freecamera. Scatti in mostra al MuFoCo di Cinisello

Photojouer: vince Freecamera. Scatti in mostra al MuFoCo di Cinisello

L’esultanza del team Freecamera

Cinque sguardi per altrettante sensibilità. I fotografi Freecamera hanno vinto il ‘Photojouer’, l’evento-quiz di piazza a tema fotografico organizzato domenica 17 giugno dal Museo di fotografia contemporanea di CiniselloE proprio il team sestese capitanato da Giulia Tini e formato da Diego Copetti, Francesca Tuzzeo, Vincenzo Maiocchi e Giorgio Benatti, ha sbaragliato gli avversari fotoamatori (gruppo di Fotoamatori di Cusano Milanino, Circolo di cultura fotografica Vivian Maier di Cinisello Balsamo, Officina Fotografica di Paderno Dugnano) a suon di risposte a domande sul mondo della fotografia e si è aggiudicato il premio in palio: un buono di 150 euro da utilizzare per la stampa di fotografie.
Ma facciamo qualche passo indietro: il MuFoCo, grazie al supporto dello staff e in particolare di Matteo Balduzzi e Francesca Minetto, ha proposto ai diversi circoli fotografici dell’hinterland milanese di prendere parte ad un progetto che prevedeva la realizzazione di una mostra fotografica (“Supercity – Cusanello San Dugnano”, realizzata da una settantina di soci dei circoli di fotoamatori del Nord Milano in occasione dell’evento a cura del giornalista Michele Smargiassi, della photo-editor Renata Ferri e del fotografo Giorgio Barrera) e di un contest in piazza Gramsci.
“Dallo scorso autunno – spiega Giulia Tini – abbiamo posto le basi per strutturare la mostra fotografica “Supercity – Cusanello San Dugnano”. Abbiamo scavato nei nostri archivi fotografici e, dove necessario, abbiamo scattato nuove foto per dare il quadro del tessuto urbano della nostra città e delle città limitrofe”.
Attenzione però, la mostra non vuole descrivere, ma raccontare come i fotoamatori percepiscono il loro territorio, come lo vivono. “Il risultato – continua Giulia – è la restituzione di un’insieme eterogeneo di frammenti e punti di vista diversi che vanno appunto a formare una “Supercity”. Le immagini creano così un legame con ciò che sta fuori dal Museo e il visitatore può trovare tracce riconoscibili di qualcosa che anche lui stesso ha vissuto. Si vuole creare un dialogo tra Museo e territorio”.
Un dialogo reso più immediato dalla dimensione del gioco: ecco allora il ‘Photojouer’, il grande gioco a squadre sulla fotografia. I quattro circoli del Nord Milano hanno aderito con entusiasmo e si sono dovuti preparare su diversi autori e mostri sacri della fotografia. Il gioco si è tenuto in piazza Gramsci, subito dopo l’inaugurazione della mostra, ed è stata l’occasione per mettere alla prova le rispettive conoscenze in materia di fotografia.

Giulia Tini e Francesca Tuzzeo

“Noi di Freecamera siamo felici di aver preso parte a questa iniziativa e strafelici di aver vinto – conclude Giulia -. All’inizio è stata dura, ma con spirito di squadra abbiamo portato a casa la vittoria! È stata un’esperienza bellissima e sicuramente ci portiamo dietro tanto sia dal punto di vista organizzativo, sia dal punto di vista emozionale: vedere le proprie immagini esposte in un museo per un foto amatore non è cosa di tutti i giorni! Speriamo di costruire nuove collaborazioni con gli altri circoli e, perché no, di continuare a  rimanere in contatto con il Museo. Trovo infatti molto interessante e audace la scelta del museo di coinvolgere i fotoamatori. Sicuramente è stata una buona occasione per stringere legami con il territorio a partire dal racconto di qualcosa che le persone conoscono già, qualcosa su cui ci si può immedesimare subito. Il gioco, in questo caso, ha una duplice funzione: avvicina e coinvolge, ma anche istruisce”.
L’iniziativa, nell’ambito del progetto “Non così lontano. Passaggi di cultura a Milano Nord-Est” sostenuto da Fondazione Cariplo, è patrocinata dai Comuni di Cinisello Balsamo, Cusano Milanino, Paderno Dugnano e Sesto San Giovanni. La mostra “Supercity – Cusanello San Dugnano” sarà visitabile presso il Museo di fotografia contemporanea fino al prossimo 14 ottobre. Per ammirare da vicino le 800 immagini dei circoli di fotoamatori del territorio e anche gli scatti dei sestesi Romano Campalani, Giulia Tini, Gianni Torriani, Attilio Turri, Giorgio Medetti, Emanuela Giampiero, Francesca Tuzzeo, Diego Copetti, Vincenzo Maiocchi e Giorgio Benatti, c’è tempo fino al prossimo autunno.
Per info: http://www.mufoco.org/supercity-e-photo-jouer/

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Nel libro di Cottarelli tanti spunti per riconoscere le fake news in campo economico

“Le bugie hanno le gambe corte ma corrono veloci”! Non solo. Nel loro incedere rapido …

Lascia un commento