Home » Tempo libero » Cristiano Mattia Ricci, artista poliedrico tra arti visive e poesia

Cristiano Mattia Ricci, artista poliedrico tra arti visive e poesia

Cristiano Mattia Ricci (foto dal sito www.cristianomattiaricci.com)

Negli anni Ottanta il grande scrittore Sebastiano Vassalli partecipò ad una importante mostra di pittura, nel salone di Rondottanta a Sesto San Giovanni, “La guerra, le farfalle e la guerra” in compagnia dello scultore Giacomo Benevelli e del pittore Claudio Granaroli.
Non c’è errore di cronaca. Vassalli allora era ancora pittore, anche se già grande scrittore (ricordiamo “Tempo di màssacro”, Einaudi, “L’ oro del mondo” Einaudi e il capolavoro “La Chimera”, Einaudi che lo portò a vincere grandi premi letterari).
Perché dunque lo citiamo? Perché l’artista che vogliamo presentare, Cristiano Mattia Ricci, vanta un passato notevole nelle arti visive ed è autore di originali testi poetici che gli hanno lasciato un dubbio di fondo: continuare la ricerca del verso e della parola per fare da sfondo ai colori e ai disegni dei suoi quadri e delle sue tele originali e brillanti o insistere sulla notevole varietà di idee colorate che esprime con grande spontaneità con più che discreti e brillanti e godibili risultati pittorici.
Temi di sfondo che fanno da stimolo ai due artisti: la poesia crea immagini che possono poi essere sviluppate dalle tele, i colori e i disegni che partono da una base seria come la ricerca del verso, dell’immagine, che a volte vengono meglio nel disegno definitivo, o parole in versi selezionati che aiutano la parte visiva, spesso difficile da realizzare.

Paolo Lezziero

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Caterina da Broni raccontata da Marina Marazza nel romanzo ‘Io sono la strega’

Sabato 4 marzo 1617, venerdì 13 novembre 2020. Quanti secolari decenni sono passati da quel …

Lascia un commento