Home » Tempo libero » Lo scrittore e pittore Sebastiano Vassalli nel ricordo di Paolo Lezziero

Lo scrittore e pittore Sebastiano Vassalli nel ricordo di Paolo Lezziero

Forse pochi sestesi sanno che uno dei più grandi scrittori italiani, Sebastiano Vassalli, di recente scomparso (Genova, 25 ottobre 1941 – Casale Monferrato, 26 luglio 2015), aveva esordito come pittore. E così l’autore di “Tempo di màssacro” (Einaudi 1970), “La notte della cometa (Einaudi 1984), “L’oro del mondo” (Einaudi 1987) e il capolavoro “La Chimera” (Einaudi 1990), libri con cui aveva vinto parecchi premi Strega, si era fatto conoscere in città, attraverso importanti mostre come “L’equità”, “Le farfalle”, ” La guerra” nel salone di Rondottanta nell’ottobre del 1982, con lo scultore Giacomo Benevelli e il pittore Claudio Granaroli.
Successo anche per Rondottanta, fondato da Valentino Mejetta, Tranquillo Casiraghi e Giuliano Barbanti, che lanciando questi artisti aveva dato pregio al centro culturale sestese, senza trascurare gli artisti locali.
Le creazioni pittoriche di Vassalli sono state recentemente riportate alla luce dal gallerista milanese Cardazzo che ne ha anche rivalutato i prezzi. Sinceramente però il segno che ha lasciato questo grande pittore è la letteratura, un uomo all’antica che scriveva tutto a mano, possedeva cinque vecchie macchine da scrivere  e nascondeva come merce preziosa i nastri per la scrittura.
La riscoperta dei quadri hanno rivelato un Vassalli diverso dall’immagine che avevano di lui grandi editore, grandi critici e lettori accaniti.

Paolo Lezziero

Circa specchiosesto

Controlla Anche

‘Pinocchio – Le avventure di un sognatore’ al Teatro Vittoria

Sabato 10 e domenica 11 novembre arriva a Sesto San Giovanni al Teatro Vittoria in via …

Lascia un commento