Home » Politica » Rondinella, cittadini e Amministrazione comunale a confronto in vista del PGT

Rondinella, cittadini e Amministrazione comunale a confronto in vista del PGT

Ghezzi, Vincelli, Pizzochera, Pogliaghi, Aiosa, Lamiranda e Torresani

E’ stato sperimentato con successo, mercoledì 13 giugno, presso il salone dell’oratorio dei Salesiani, un insolito incontro programmato dall’Amministrazione comunale di Sesto San Giovanni e i cittadini del quartiere Rondinella, in vista della nuova stesura del PGT (Piano di Gestione del Territorio).
E’ la prima volta, e va detto, che la parola è stata data ai cittadini, che dovevano suggerire agli amministratori i punti di maggior rilievo e le criticità riguardanti la vita di tutti i giorni di questa parte della città. L’esperimento è completamente riuscito con grande soddisfazione delle parti e va detto, che dopo aver ascoltato attentamente, gli amministratori presenti si sono impegnati ad accogliere nel nuovo strumento urbanistico tutti gli spunti messi a punto dai cittadini.
Presenti alla serata, gli stessi coordinatori dell’incontro: Gianmaria Vincelli e Gabriele Ghezzi, presidenti di Commissione Consiliare e Alessandra Iosa, presidente del Tavolo del Commercio cittadino. A rappresentare la Giunta Antonio Lamiranda, assessore all’Urbanistica e Maurizio Torresani, assessore al Commercio e Marketing Territoriale (leggi le dichiarazioni dei protagonisti).
Il tema dell’incontro è stato quello di discutere di viabilità rinnovata e relativi spazi da adibire a parcheggi nel Quartiere Rondinella, in vista della stesura del nuovo PGT della città.
La novità è stata il modo usato per la discussione: anziché dare la parola ai soliti politici, dopo una brevissima presentazione da parte degli amministratori locali e dei tre consiglieri comunali, a movimentare la scena sono stati direttamente i cittadini e i commercianti intervenuti. Le attività e le discussioni, infatti, sono state organizzate attraverso la formazione di quattro grandi tavoli di lavoro, da una decina di partecipanti ciascuno. Muniti di una mappa stradale del quartiere e di un tabellone diviso in quattro parti, i cittadini e i negozianti, a seconda degli argomenti (parcheggi, mercati, viabilità e vivibilità), si sono messi a discutere, scrivendo su appositi cartoncini colorati le proposte da leggere e spiegare come singolo gruppo in sede plenaria.
I due assessori, poi, preso atto delle proposte elaborate e presentate dai quattro gruppi, hanno dato a loro volta alcune spiegazioni di procedura di competenza tecnica e si sono ripromessi di accogliere, per quanto possibile le proposte elaborate dai cittadini di tutti i quartieri della città. Bene. Come inizio, proprio niente da dire, ora tocca verificare, se alla fine di questo iter conoscitivo e di ascolto, l’Amministrazione comunale accoglierà davvero le diverse proposte.

Mario Guerrisi

Circa specchiosesto

Controlla Anche

DEF: come viene approvata la manovra

In questi giorni è il servizio di punto di tutti i telegiornali e riempie le …

Lascia un commento