Home » Tempo libero » Adriano Accattino e la scrittura asemica

Adriano Accattino e la scrittura asemica

Adriano Accattino

Adriano Accattino, grande amico di Giovanni Bianchi e di altri operatori culturali della città, scrittore, organizzatore di mostre e convegni, curatore di testi collettanei, artista e collezionista, fondatore del Museo della Carale di Ivrea, dedicato alla poesia sperimentale visiva, ha in corso di pubblicazione presso le edizioni Mimesis di Sesto San Giovanni i 32 volumetti della sua ultima opera “Un Salto nell’Alto”.
Presente nel volume “Asemic Writing” con altri autori (i curatori Francesco Aprile e Cristiano Caggiula) e poi Carella, Federici, Fontana, Franceschi, Gaze, Guatteri, Pavanello, Pope e Samigulina, sostenendo la scrittura dotata di segno ma priva di significato, senza tuttavia perdere la possibilità del senso.
“Il presente volume – scrive l’autore – raccoglie voci autorali impegnate negli ambiti delle scritture asemantiche e delle ricerche verbose in genere, strutturando una riflessione storica e teorica attorno a un fenomeno di larga diffusione che oggi rivive, grazie anche all’apporto del web, momenti felici, dopo le sperimentazioni a largo raggio fra gli anni Sessanta e Settanta.”
“La scrittura asemica è senza sema, seza segno: una tale scrittura sarebbe invisibile in quanto sprovvista non solo del significato ma anche del segno. Il che vuol dire eliminare ogni segno o parte di segno. Per uno come Accattino che ha scritto di tutto per tutta la vita, questa scelta è significativa. La asemica starebbe meglio da sola, senza la parola scrittura.
Una rinuncia totale, un nuovo modo di affrontare la letteratura? Basta chiederlo a lui, all’autore, sempre un grande ricercatore della parola, ma “bisogna conoscere le parole per allontanare da esse ogni senso o segno, anche piccolo”.

Paolo Lezziero

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Quattro associazioni unite per creare centro culturale diffuso

“Luoghi di trasferimento culturale” è uno dei progetti selezionati dalla Fondazione Nord Milano all’interno del …

Lascia un commento