Home » Tempo libero » Sport » Geas basket, vittoria al fotofinish e grande festa al PalaNat

Geas basket, vittoria al fotofinish e grande festa al PalaNat

Il Geas chiude con un’ultima soddisfazione un campionato già vinto: al PalaNat le padrone di casa battono la rivale di una stagione, Costa Masnaga, per 58-57. Sesto è già in clima di festa da una settimana, dopo la vittoria di Selargius che ha assicurato la vetta della classifica e l’aritmetica promozione diretta in A1. Ma il Geas vuol provare a chiudere in bellezza il campionato e dà tutto contro le lecchesi. Dopo un totale dominio nelle prime due frazioni (+21) le padroni di casa segnano solo 16 punti nella seconda metà gara, subiscono il ritorno delle orgogliose rivali e salvano la vittoria con un guizzo finale.
È stata una partita vera, dura, combattuta, che ha onorato entrambe le contendenti. Le rossonere ingranano sin dall’inizio: dopo 1’40’’ sono 6-0; a 4’ dalla prima sirena, sono a +8, vantaggio ritoccato a +5 alla fine del quarto. Nella seconda frazione, le sestesi prendono il largo, soprattutto grazie a due parziali a breve distanza l’uno dall’altro alla fine del periodo, entrambi di 9-0: all’intervallo, le ragazze di coach Zanotti conducono 42-21. Nella ripresa. Costa inizia a risalire, arrivando, alla fine del terzo quarto, a -12. Nell’ultimo periodo, le ragazze di coach Pirola impattano il risultato (49-49), a 4’ dal termine, con una spallata di 13-1 (Sesto non segna per 5’). Costa riesce nel sorpasso, a 1’30’’ dalla sirena: Orozovic fa 2/2 dalla lunetta, le risponde Baldelli con 2 punti, ma la play delle ospiti commette fallo tecnico toccando il pallone in mano ad Arturi sulla rimessa: la capitana del Geas non sbaglia il libero, con 6’’ rimanenti (57-57). Orozovic penetra sul lato destro e subisce fallo, proprio allo scadere del periodo. L’1/2 della serbo-ungherese concede alle padrone di casa di celebrare in pienezza la festa-promozione.
A fine gara, il PalaNat erompe in un boato di gioia: la capitana Giulia Arturi taglia la retìna sorretta sulle spalle da Ercoli, il pubblico risponde con un applauso intenso, mentre sugli spalti vengono lanciate magliette celebrative della risalita nella massima serie. Tutto il mondo rossonero si stringe poi attorno alla torta gigante a tema GE(A1)S, mentre le giocatrici danno sfogo al loro entusiasmo rincorrendosi per il campo con bottiglie di spumante e gavettoni, subito dopo la consegna alla capitana della coppa della vittoria da parte del consigliere della Lega Basket Femminile Mario Soriente. È un’emozione immensa per Sesto San Giovanni, scesa dalla A1 nella stagione 2015-16, e che ci ritorna proprio nell’anno della celebrazione del 40.o anniversario della vittoria della coppa dei Campioni del 1978.
Fra gli spettatori, anche Cecilia Zandalasini, giocatrice della Famila Wuber Schio e campionessa Wnba con le Minnesota Lynx nello scorso anno, prodotto del vivaio sestese, che ha tenuto ad essere presente al PalaNat, per salutare tante vecchie compagne di squadra.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Allianz Geas, vittoria importante in trasferta

“Vittoria importante per noi, dopo un inizio di stagione con tre perse. Avevamo bisogno di …

Lascia un commento