Home » Cronaca » Amianto sul lavoro, corteo in ricordo delle vittime

Amianto sul lavoro, corteo in ricordo delle vittime

Come ogni anno, si è svolto sabato 28 aprile il corteo, organizzato dal Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio, in ricordo delle vittime da amianto sul lavoro. Centinaia i lavoratori e i cittadini che hanno sfilato per le vie di Sesto San Giovanni, accompagnati Banda degli Ottoni a Scoppio fino alla lapide in memoria delle vittima da amianto, posta in via Carducci dai lavoratori della Breda nel 1997.
Al comizio sono intervenuti il presidente del Comitato Michele Michelino, i familiari dei lavoratori delle varie fabbriche, i membri della “Associazione 29 Giugno” e “Associazione Il Mondo che vorrei” di Viareggio, alcuni lavoratori del Comune di Milano, Aiea e Comitato Vittime Eureco di Paderno Dugnano; Amnil (assoc. Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro), l’assessore all’Ambiente del Comune di Sesto Alessandra Magro e il regista e attore Renato Sarti.
“Dall’inizio dell’anno ci sono stati 200 morti sul lavoro, 4.000 persone muoiono ogni anni per amianto, decine di migliaia per malattie professionali – ha ricordato il presidente Michelino, prendendo la parola durante il comizio -; dal 1993 al 2012 in Italia, solo per mesotelioma, i morti censiti sono stati 21.463, fra l’indifferenza generale. Per noi questo corteo annuale non rappresenta una semplice ricorrenza, ma una giornata di lotta per ricordare non solo i nostri compagni morti, ma per rivendicare la messa al bando totale dell’amianto – prevista dalla legge e mai attuata – per evitare che la strage continui anche in futuro”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Legionella: Gruppo Cap, analisi escludono batterio in acquedotto

Sono già stati fatti 13 prelievi nell’acquedotto e non è stata trovata traccia del batterio …

Lascia un commento