Home » Politica » Nuove accuse a sindaco e giunta dal PD cittadino

Nuove accuse a sindaco e giunta dal PD cittadino

Il segretario Lombardo

“Non deve essere stata particolarmente gradita l’interrogazione che il Partito Democratico ha presentato al Sindaco, chiedendo di spiegare le ragioni per cui non ha fatto menzione dell’atto di citazione da parte della Corte dei Conti. Ieri sera (8 febbraio) il primo cittadino ha voluto infatti intervenire sul tema, senza però rispondere nel merito e spiegare il proprio silenzio, ma attaccando in maniera molto debole – chiamando in causa figure nazionali del PD e la campagna elettorale in corso – e al contempo poco istituzionale, come ultimamente gli capita spesso, nei toni e nei termini utilizzati”.  Vanno all’attacco il segretario cittadino PD Nicola Lombardo e la capogruppo consiliare PD Roberta Perego e lo fanno attraverso un comunicato stampa congiunto. “Eppure nel suo rispondere con l’attacco, parlando di Corte dei Conti e della nostra città, Di Stefano si è dimenticato un piccolo particolare. Pare proprio ultimamente che, se non si ha una condanna o almeno un contenzioso con la Corte dei Conti, non si possa lavorare nel Comune di Sesto San Giovanni. Dal primo febbraio è stata chiamata al settore Cultura e sport della nostra città con comando dal Comune di Segrate Paola Malcangio, già condannata insieme all’allora sindaco di Segrate Adriano Alessandrini a rifondere 34 mila euro per avere autorizzato spese non certificate (…) Corte dei Conti e fedeltà politica sono evidentemente criterio di scelta per i funzionari comunali: basti ricordare che appena insediato Di Stefano ha scelto come segretario comunale Mario Giammarrusti che è stato condannato dalla Corte dei Conti a rifondere  175mila euro al Comune di Limbiate. Non male per una Giunta che ha fatto della legalità la sua bandiera, e di una componente, quella civica, che ha sottoscritto la carta dei valori, dove legalità e trasparenza sono principi inscindibili e indiscussi”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Lettera aperta di tre rappresentanti delle Pari Opportunità: più dialogo e ascolto

Dalle componenti di minoranza del Comitato Pari Opportunità Simona Durante, Sara Gueddouda e Maria Pia Ricciardi riceviamo e …

Lascia un commento