Home » Cronaca » Villa Puricelli Guerra sede degli uffici Aler, il dg Elio Borsani risponde al PD

Villa Puricelli Guerra sede degli uffici Aler, il dg Elio Borsani risponde al PD

Nei giorni scorsi la dura critica del PD alla decisione della giunta di assegnare Villa Puricelli Guerra ad Aler, che vi trasferirà gli uffici attualmente in via Carducci. Il gruppo consiliare PD, attraverso il capogruppo Roberta Perego, ha chiesto il rinvio della delibera in programma nel consiglio comunale di questa sera, spiegando di  aver richiesto all’Autorità nazionale anticorruzione, di valutarne la fattibilità.
Nelle scorse ore la risposta del direttore generale Aler Milano Elio Borsani, inviata al sindaco Roberto Di Stefano e all’assessore alla Polizia locale e Protezione civile e Politiche Abitative Claudio D’amico.
Questo il testo integrale della comunicazione: 

La richiesta del PD in merito alla legittimità della concessione da parte del Comune di Sesto San Giovanni ad Aler Milano dell’immobile di Villa Purricelli Guerra è pacificamente destituita da ogni fondamento.

  1. Aler Milano è a tutti gli effetti un Ente Pubblico. Ciò è facilmente dimostrabile dalla Legge Regionale che ha trasformato gli ex IACP in Aziende Lombarde per l’Edilizia Residenziale Pubblica. Con successiva Legge Regionale 30/2006 le Aziende Lombarde sono inserite nel sistema regionale delle Amministrazioni soggette al controllo e vigilanza Regionale. Peraltro le Aler sono inserite nell’ambito della ricognizione delle amministrazioni pubbliche operata annualmente da ISTAT. Tali considerazioni sono assolutamente consolidate e non è mai stata messa in discussione la matrice di Enti Pubblici delle Aler.
    In tale prospettiva, discende che nell’ambito dei rapporti fra Comune di Sesto San Giovanni e ALER Milano può trovare applicazione l’articolo 5 (“Principi comuni in materia di esclusione per concessioni, appalti pubblici e accordi tra enti e amministrazioni aggiudicatrici nell’ambito del settore pubblico”), comma 6 del D. Lgs. n. 50/2016- vale a dire il Codice dei contratti e delle concessioni -, a termini del quale è stabilito che “Un accordo concluso esclusivamente tra due o più amministrazioni aggiudicatrici (qualifica, questa, propria delle pubbliche amministrazioni) non rientra nell’ambito di applicazione del presente codice.
  1. In questo ambito assolutamente pacifico la stessa Amministrazione Comunale di Rho ha recentemente sottoscritto, con le stesse modalità, un contratto di locazione con Aler Milano per l’unità immobiliare di Via Crocefisso n. 29/31, da adibire a sede per gli uffici di Aler.
  2. In merito alla eventuale autorizzazione di Regione Lombardia si precisa che Regione Lombardia ha previsto le nuove strutture territoriali per la gestione delle politiche abitative denominate Unità Operative Gestionali. Queste nuove Unità non sono concepite come le preesistenti Filiali, ma hanno una funzione e una operatività molto ampia e significativa. “Le U.O.G. sono strutture organizzative che ricoprono funzioni gestionali, organizzative, manutentive, amministrative, di accompagnamento, supporto all’abitare e monitoraggio dei quartieri, in rapporto diretto con i comuni del bacino territoriale dove svolgono le loro attività.”
    Per queste nuove strutture fondamentali per le politiche abitative, Aler Milano ha voluto confermare, come sede logistica, il Comune di Sesto San Giovanni, in virtù della collaborazione strategica che da sempre ha caratterizzato i rapporti tra le due Amministrazioni.
    A fronte di questa scelta l’Azienda deve anche rivedere l’attuale collocazione logistica dei propri sportelli, attualmente situati presso l’edificio di Via Carducci n. 30/36. Infatti, tale collocazione non è più adeguata alle nuove dimensioni della nuova U.O.G., che per effetto del rafforzamento organico, già approvato dalla Direzione Generale, viene a modificarsi dai preesistenti n. 15 operatori ai 50 nuovi operatori. La nuova struttura è peraltro gestita da una posizione dirigenziale.
    Le dimensioni dell’attuale sede di via Carducci, oltre a non essere adeguate al nuovo organico, sono di proprietà di un operatore privato, con un canone annuo pari a circa € 57.000.
    Le scelte di Aler Milano rispetto alla nuova sede coincidono peraltro con l’avvio della sperimentazione delle nuove modalità sulle assegnazioni, così come disciplinate dal recente R.R. n. 4 del4 agosto 2017.
    Come è noto il Comune di Sesto San Giovanni è stato individuato quale soggetto capofila ed unitamente ad Aler Milano sono chiamati a sperimentare il nuovo modello di assegnazioni. Il nuovo modello prevede una forte sinergia tra l’Amministrazione comunale e Aler Milano per quanto riguarda le nuove modalità di assegnazione.
    Da qui l’esigenza anche di una maggiore correlazione tra gli uffici del Comune e di Aler. Avere una funzionale interfaccia tra le due Amministrazioni è infatti un presupposto indispensabile per l’efficacia della nuova legge sulle assegnazioni.
    La collocazione della U.O.G. di Aler Milano per l’ambito territoriale di Sesto San Giovanni presso gli spazi di Villa Purricelli Guerra, rappresenta oggi un’opportunità di grande valore per entrambe le Amministrazioni.
    Aler Milano, a parità di condizioni economiche per quanto riguarda il canone, si assume l’impegno di riqualificare l’edificio dato in concessione dal Comune. Aler Milano si impegna alla riqualificazione con un importo significativo di circa 250.000 € per:
  • opere edili: risanamento parziale e localizzato delle murature interne che presentano fenomeni di muffe; tinteggiatura di tutti gli spazi; risanamento parete esterna lato parco con formazione di vespaio e marciapiede; verifica tetto che presenta in diversi punti localizzati infiltrazioni acque meteoriche con rimozione parziale del manto di copertura, listelli e alcuni travetti;
  • opere strutturali: consolidamento delle travi in legno presenti nella “stanza del camino” e in prossimità dell’ingresso;
  • formazione porta accesso dall’esterno nel locale attualmente destinato ad “attività espositive” che rimarrà in utilizzo al Comune;
  • opere impiantistiche: adeguamento impianti elettrico- riscaldamento- idrico-sanitario;
  • infrastrutture: rifacimento rete informatica.

Un eventuale mancato accordo come sopra previsto costringerebbe Aler Milano a rivolgersi al mercato privato per individuare comunque una nuova sede. Da qui il grande interesse per entrambe le Istituzioni.
Infatti Aler Milano, attualmente prevede un investimento di circa € 250.000 su patrimonio pubblico di proprietà comunale. La scelta su una sede alternativa comporterà inevitabilmente che il maggiore esborso di Aler troverà come beneficiario un soggetto privato.”

Il Direttore Generale
Ing. Elio Borsani

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Core, bilancio in utile. L’obiettivo: creare biopiattaforma integrata con Cap-Holding

Il 27 aprile i soci del CORE consorzio recuperi energetici (Sesto San Giovanni, Cologno, Pioltello, …

Lascia un commento