Home » Cronaca » I 70 anni della Costituzione: passato e futuro

I 70 anni della Costituzione: passato e futuro

Settanta anni fa veniva promulgata dal Capo dello Stato provvisorio Enrico De Nicola, e poi pubblicata il giorno stesso nella Gazzetta ufficiale, la nostra Costituzione, elaborata e scritta da una Assemblea costituente eletta quasi due anni prima.
E’ una data molto importante, che oggi, però, a parte qualche cerimonia ufficiale, è passata quasi in sordina. Di tutti i partiti che hanno firmato la Costituzione non ne è rimasto neanche uno e in particolare quello che più di tutti si è battuto per la repubblica, il Partito Socialista, è stato prima criminalizzato e poi dimenticato.
Nonostante ciò questa ricorrenza è molto importante, perché esprime una forte continuità nei valori e una solida stabilità nelle scelte istituzionali di fondo, allora delineate: prima fra tutti quella di essere una Repubblica.
Combinazione vuole che questo anniversario cada proprio alla scadenza di una legislatura assai intensa e turbolenta, che ha dedicato molto del suo tempo proprio al tentativo di riformare la Parte II con l’obiettivo di favorire il necessario ammodernamento delle nostre istituzioni rimanendo in piena continuità con le scelte adottate settanta anni fa.
Ancora una volta, come già avvenuto in passato, quel tentativo di ammodernamento è fallito, lasciando così invariata la meccanica costituzionale di allora.
Tuttavia, ne siamo certi, ben presto i problemi lasciati insoluti riemergeranno con forza a partire innanzitutto da un bicameralismo perfetto che vede nel doppio voto di fiducia tra Governo e Parlamento l’origine di tante disfunzioni che, rispetto ad altri Paesi europei, hanno reso il nostro Paese negli anni più debole nelle sue scelte e più fragile nelle sue dinamiche.
Sì facciano dunque le celebrazioni oggi e si festeggi adeguatamente questo importantissimo anniversario, tuttavia per evitare che questa celebrazione non sia una pura formalità, è necessario vivere questi momenti di festa con spirito riflessivo e costruttivo, ragionando sulle scelte che dobbiamo compiere tutti insieme per migliorare la qualità del nostro vivere in comune sotto il cielo delineato da questa Costituzione.
D’altronde, il senso degli anniversari, in fondo, è proprio questo: ritrovare le nostre origini nella memoria storica e progettare il futuro costruendo soluzioni adeguate al tempo che ci aspetta.

Ciemme

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Taglio erba, Magro: piano straordinario dopo appalto non adeguato

A seguito dei problemi riscontrati con il taglio dell’erba, nelle scorse settimane l’assessore all’ambiente Alessandra …

Lascia un commento