Al PalaNat passano largamente il Geas, già qualificato per la Coppa Italia

Il Geas rimane imbattuto. Gara sempre in controllo, con le sestesi che ben gestiscono i vantaggi, incrementandoli progressivamente lungo i quattro quarti (+10 alla fine del primo, +15 all’intervallo, +23 tra terzo e quarto, passando per il massimo divario di 27 a 30’’ dal termine, fino al +25 finale). E nulla era scontato perché per Sesto l’allarme infortuni continua: Cecilia Zagni di nuovo out per il risentimento muscolare che l’aveva fermata già la settimana scorsa e Ilaria Panzera k.o. fino a gennaio a causa di una ricaduta della distorsione alla caviglia che le aveva dato problemi due settimane fa.
Mattatrice della serata sempre Bea Barberis, con 23 punti, 7 rimbalzi (4 offensivi) e 28 di valutazione, che in stagione galoppa a 18,7 punti, 6,4 rimbalzi e 20,2 di valutazione media. Dominante sotto le plance Veronica Schieppati, con 13 rimbalzi, 6 punti e 3 stoppate (19 di valutazione). Capitan Giulia Arturi riveste ancora il doppio ruolo di cinica tiratrice dai 6,75 m (tre centri per i suoi 9 punti totali) e di ispirata passatrice (9 assist), con una valutazione di 14. Da applausi i 12 punti con due triple in soli 14’ di Irene Pusca. Buona prova di Elisa Ercoli, con 8 punti e 9 rimbalzi.
Le rossonere sono ora aritmeticamente qualificate alla Coppa Italia, perché non più raggiungibili dalle quinte in classifica a sole tre partite dalla conclusione del girone d’andata. È il primo traguardo stagionale centrato. Le giocatrici di coach Zanotti si riconfermano in vetta alla classifica con la migliore difesa (595 punti subìti) e il secondo attacco, a una manciata di punti da Costa Masnaga. E niente era scontato alla vigilia, considerando fra l’altro che il calendario propone in questo girone di andata trasferte sui campi di cinque delle sei squadre di prima fascia della classifica e che quasi mai la squadra ha potuto presentarsi con la formazione al completo.
Le altoatesine rimangono a quota tre vittorie, sul penultimo gradino alla pari con Albino e Carugate. Per le ragazze di coach Maurizio Travaglini, buona prova della croata Matic, con una doppia doppia da 13 punti e 10 rimbalzi, e di Servillo (11 punti e 4 assist).
“La partita di stasera è stata migliore di quella della settimana scorsa contro San Martino, dove abbiamo avuto qualche black out – commenta coach Zanotti -. Bolzano è un gruppo solido ma, nonostante la loro tenacia, abbiamo gestito bene la gara. Il nostro lavoro deve proseguire senza soste: dobbiamo ancora allenare singoli aspetti del gioco all’apparenza scontati. La prossima uscita sarà a Verona contro Alpo, una delle pretendenti al primo posto, squadra che sfrutta molto il fisico. Dovremo presentarci senza timore facendo valere anche noi il nostro gioco d’aggressività e fisicità”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Jass Curling Club saluta Sesto, Vino: perdiamo un altro pezzo importante dello sport

Fiore all’occhiello del PalaSesto, dopo vent’anni di gloriosa attività a Sesto San Giovanni, il Jass …

Lascia un commento