Home » Cronaca » Bando periferie: arrivati i primi fondi

Bando periferie: arrivati i primi fondi

La Città metropolitana di Milano ha ricevuto l’acconto di 5,4 milioni di euro (pari al 20% della prima tranche dei 40 milioni ottenuti) per lo sviluppo del “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”, il progetto col quale è risultata tra i primi vincitori del Bando Periferie promosso lo scorso anno dal Governo.
Grazie a queste risorse, fin dai primi mesi del 2018 potranno concretizzarsi molti dei progetti che coinvolgono i trenta Comuni della Grande Milano (incluso Sesto San Giovanni) che, coordinati della Città metropolitana, in una logica di collaborazione orizzontale a rete, hanno elaborato interventi per la riqualificazione e la messa in sicurezza delle periferie.
Già nelle scorse settimane, in attesa delle risorse provenienti da Roma, alcuni Comuni hanno portato avanti dei progetti inseriti nel programma, ad esempio: a Pioltello è operativo il Family Workhub, uno sportello nato con l’obiettivo di aiutare le neo-mamme nel reinserimento lavorativo; nell’Alto Milanese hanno avuto inizio dei progetti d’integrazione sociale rivolti ai giovani; a Pogliano Milanese, Vanzago, Rozzano e in molti altri Comuni i lavori partiranno nei primi mesi del 2018.
Nello specifico, le azioni prevedono, oltre al recupero edilizio e alla riqualificazione degli stabili, la messa in sicurezza e la riqualificazione degli spazi urbani all’interno dei quartieri. Sono inoltre in via di definizione progetti specifici legati al recupero e al rilancio di particolari luoghi di aggregazione sociale come centri culturali, cinema, centri sportivi, centri per gli anziani e comunità per minori. Una parte fondamentale del programma è inoltre orientata al potenziamento del trasporto pubblico e alla mobilità. 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Nozze d’oro e di diamante, premiate le coppie sestesi

Giornata di festeggiamenti, martedì 12 dicembre, nella sala cerimonie della Campari, alla presenza di tantissime coppie …

Lascia un commento