Lombardia, 2,4 milioni per dare risposte concrete a inquilini morosi incolpevoli

Fino a 8.000 euro di contributo se il proprietario accetta di abbassare l’affitto all’inquilino moroso incolpevole in procedura di sfratto esecutivo in corso che abita in alloggi a libero mercato nei Comuni ad alta tensione abitativa e fino a 12.000 euro se deve cercarsi altro alloggio.
Questo l’elemento qualificante della delibera approvata oggi dalla giunta regionale su proposta del vice presidente di Regione Lombardia e assessore alla Casa e Housing sociale Fabrizio Sala.
“E’ una delibera che si inserisce nella serie di azioni che abbiamo approntato – ha rimarcato il vice presidente – per combattere il grande paradosso tra le migliaia di alloggi sfitti e le esigenze di casa che abbiamo in Regione Lombardia. Con la legge di riforma della Casa abbiamo voluto eliminare le barriere che ci sono tra housing sociale e libero mercato”.
I destinatari sono 69 Comuni ad alta tensione abitativa e il contributo è gestito dagli stessi Comuni interessati. Nel 2016, a seguito di trasferimenti statali, le risorse a disposizione sono state di maggiore entità, superiori ai 12 milioni di euro.
Per spingere questa iniziativa è stato introdotto un criterio di premialità per chi ha saputo spendere meglio e in modo efficace le risorse assegnate in occasione della precedente applicazione di questa misura.
“E’ stato creato un parametro di ‘merito’ – ha proseguito Sala – che valorizza l’azione dei Comuni che hanno saputo muoversi meglio e hanno raggiunto concreti obiettivi di efficienza”.
Tra i Comuni beneficiari in provincia di Milano figurano anche Cinisello Balsamo con 77.948,09 euro di contributi assegnati e Sesto San Giovanni (47.873,32 euro).

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Mercato immobiliare, la Città Metropolitana “attira” acquirenti da Milano città

Nel primo semestre del 2023, nel settore residenziale, il mercato immobiliare della Città Metropolitana è …

Lascia un commento