Comitato Diritto alla Casa: perchè l’Ufficio Casa non dà più risposte alle famiglie

Da Comitato Diritto alla Casa e Unione Inquilini Sesto San Giovanni riceviamo e pubblichiamo
“Una famiglia composta da due anziani , di cui uno gravemente malato e un figlio invalido , il cui sfratto era stato rinviato , ora il 21 novembre sarà esecutivo . Una coppia di coniugi , lei con invalidità al 55 % disoccupata, lui ha perso il lavoro a tempo indeterminato che aveva e ora lavora ma prende uno stipendio di molto inferiore rispetto a prima,  il 28 novembre subiranno uno sfratto esecutivo perché la loro casa é stata venduta all’asta.
Due famiglie che nel giro di breve dovranno lasciare la propria casa per una morosità incolpevole , e per le quali non é stata prospettata dal Comune nessuna sistemazione in alternativa e che non hanno un reddito per poter andare sul libero mercato.
L’Ufficio Casa di via Benedetto Croce ormai non dà più risposte alle famiglie che si trovano nella stessa situazione, cioé che da un giorno all’altro si ritrovano senza casa . Dicono che non ci sono soluzioni e che aspettano direttive dal Comune . Le assegnazioni sono state bloccate perché la graduatoria  ancora in fase di controllo ormai da Aprile di quest’anno , da quando é stato chiuso il bando.
L’unica “soluzione” del Comune é quella di attendere l’anno nuovo per l’assegnazione della nuove case di via Catania , perché vogliono sperimentare la nuova Legge Regionale , che stabilisce che le nuove assegnazioni siano fatte sulla base di quote per tipologia di persone : invalidi , anziani , giovani coppie , famiglie  monoparentali ,  forze dell’ordine . E per chi non rientra in queste categorie , come per esempio le famiglie non di nuova formazione e con bambini , e che risulta già essere in graduatoria che fine faranno?Da qui all’anno prossimo c’é ancora un mese e mezzo e le due famiglie che, per ora, hanno lo sfratto esecutivo a breve dove andranno ? Risposte dal fronte Comunale non ne arrivano …
Che intenzioni ha il Comune? Di lasciare le famiglie per strada o di aiutarle? Su questo chiediamo una risposta ormai da giugno , ma l’unica risposta é stata prendere tempo per studiare la Nuova Legge Regionale . Nel frattempo però le famiglie vengono sfrattate , e questo non ci sembra un comportamento responsabile , tenendo conto poi che il punto di riferimento per le famiglie é e dev’essere l’Ufficio Casa . Ma se anche chi dovrebbe essere preposto a questa cosa non fa nulla , allora a chi bisogna rivolgersi al Sindaco ? Questo vorremmo sapere prima che le famiglie finiscano in strada e soprattutto se riceveranno o meno un aiuto dal Comune.
In ogni caso noi come Sindacato saremo al fianco come sempre delle famiglie e il giorno 21 e 28 novembre faremo un picchetto insieme al Comitato per il Diritto alla Casa.
Info e dettagli sulla nostra pagina fb: unione inquilini sesto san giovanni.”

Comitato Diritto alla Casa
Unione Inquilini
Sesto San Giovanni 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

2 giugno e medici di famiglia, ci scrive un lettore: la salute non conosce ponti

Gentile redazione, leggevo giorni fa di un corso in programma al nostro ospedale di Sesto …

Lascia un commento