Home » Cronaca » Trasporti » M5 a Cinisello: lungo il Fulvio Testi viaggerà in sotterranea

M5 a Cinisello: lungo il Fulvio Testi viaggerà in sotterranea

E’ stato stabilito martedì 17 ottobre durante l’incontro che si è svolto presso il Comune di Milano: il prolungamento della Linea M5 da Bignami a Cinisello Balsamo correrà tutto in sotterranea, anche lungo il viale Fulvio Testi (SP5), per poi raggiungere l’interscambio Cinisello-Monza con la M1 e arrivare infine a Monza.
Presenti all’incontro tutti gli Enti interessati: Comuni di Cinisello Balsamo, Milano, Monza, Sesto San Giovanni, Provincia di Monza Brianza, Città Metropolitana, Regione Lombardia e Metropolitana Milanese spa. Durante l’incontro si è stabilita, inoltre, la necessità di sviluppare ulteriori valutazioni tecniche per valorizzare la relazione tra il sistema viabilistico e la futura fermata dell’M5 in prossimità dell’Ospedale Bassini. Una particolare attenzione sarà dedicata allo studio dei flussi di traffico tra i Comuni di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni.
Sarà inoltre avviato, all’interno del progetto dell’M5, uno studio su tutte le fermate al fine di valutare il loro livello di accessibilità e migliorare i flussi attraverso la realizzazione di aree di sosta e piste ciclabili.
E’ stato riconfermato l’impegno del Governo alla realizzazione di questa importante infrastruttura e contemporaneamente la necessità di chiudere in tempi rapidi il progetto di fattibilità tecnico-economica redatto da MM, perchè il cronoprogramma non subisca ritardi. La M5 costituirà un’importante alternativa al mezzo privato in uno degli assi di maggiore flusso di traffico lombardo verso l’area milanese e viceversa. Nel tratto cinisellese, il tragitto della Lilla prevede 5 fermate, da Bignami a Cinisello-Bettola, per poi continuare sul territorio di Monza.
“Siamo soddisfatti della scelta di sviluppare il tracciato in sotterranea, è senza dubbio più sicuro, anche se potrebbe comportare maggiori costi. Questa soluzione ci garantisce la possibilità di dare risposta ad una delle maggiori criticità, quella dell’incrocio viabilistico Ferri-Partigiani – ha commentato il sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi – altro tema centrale condiviso dai presenti è quello del Biglietto Unico”.
Proprio su questo tema, interviene il sindaco di Sesto Roberto Di Stefano: “Bene il prolungamento della linea 5, ma per noi il nodo cruciale resta la tariffa interurbana. Dopo anni di immobilismo da parte chi ci ha preceduto, pretendiamo che i sestesi non siano più vittima sacrificale di una tassa ingiusta. Chiediamo al Comune di Milano, all’ATM, alla Città metropolitana e alla Regione di istituire un tavolo per trovare una soluzione rapida e definitiva che consenta a chi utilizza la linea 1 della metropolitana alle fermate di Sesto Rondò e Sesto FS di non dover pagare, sia per il biglietto, sia per gli abbonamenti, un inspiegabile e assurdo sovraprezzo”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Terminato lo sciopero dei trasporti

Venerdì nero nelle maggiori città italiane per una raffica di scioperi che riguardano trasporti, sanità …

Lascia un commento