Home » Salute » LILT, ottobre rosa a Sesto, al via il mese della prevenzione del tumore al seno

LILT, ottobre rosa a Sesto, al via il mese della prevenzione del tumore al seno

Sesto San Giovanni si tinge di rosa. Prende il via infatti anche nella nostra città la Campagna Nastro Rosa promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – LILT Milano per la prevenzione del tumore al seno. E come negli anni passati, nell’ambulatorio dello spazio prevenzione di via Cairoli 76 saranno offerte a tutte le donne visite gratuite al seno (500 lo scorso anno) con prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Numerose le iniziative in programma per tutto il mese di ottobre in un esempio di rete virtuosa tra istituzioni, comunicazione, associazioni sportive e commercianti. Proprio per presentare il fitto panorama di appuntamenti questa mattina si sono riuniti allo spazio prevenzione sestese il Direttore Generale di LILT Milano Ilaria Malvezzi, il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano, l’Ambasciatrice LILT Milano per il territorio di Sesto San Giovanni Tatiana Gnocchi, il presidente dell’associazione dei commercianti “Cittadini di Sesto” Alessandra Aiosa, il presidente dell’associazione Sportiva ASD Diavoli Sesto Antonio Romeo. A moderare gli interventi il direttore di Metropolis Angelo Frigerio.
“Ci teniamo molto a Sesto San Giovanni – ha sottolineato Ilaria Malvezzi – perché la sua storia da sempre vicina a quella della Lega e lo sarà ancora di più dal punto di vista sanitario, poiché nel giro di pochi anni arriverà la Città della Salute e questo porterà un segnale importante di posizionamento di alcune realtà a livello scientifico e tecnologico presenti sul territorio”. Malvezzi ha quindi illustrati alcuni dati aggiornati sulla diagnosi precoce in Italia, partendo da un numero: nel 2017 ci saranno 52.000 nuove diagnosi di tumore al seno. “Sono in aumento proprio perché si fa più diagnosi precoce e questo per noi donne è fondamentale. In questo centro a Sesto c’è la possibilità di venire a fare la migliore diagnosi precoce possibile”. E iniziative come la campagna Nastro rosa servono anche a questo: a diffondere questa cultura della prevenzione. “Quest’anno – ha spiegato Tatiana Gnocchi – ci stiamo muovendo su un obiettivo importantissimo: vogliamo portare a Sesto la Tomosintesi mammaria, nuova metodologia tridimensionale in grado di studiare la mammella a strati e individuare i tumori, anche di piccole dimensioni, con un’elevata accuratezza”.
Una tecnologia all’avanguardia ma dal costo elevato: 80.000 euro. “Proprio oggi – continua Gnocchi – parte ufficialmente il countdown della raccolta fondi: si può sostenere il progetto donando su Rete del Dono (https://www.retedeldono.it/it/tomosintesi) o allo Spazio prevenzione LILT di Sesto. Oppure durante tutte le manifestazioni realizzate in questo mese, nel corso delle quali sarà possibile donare nelle apposite scatole trasparenti con il logo Nastro Rosa, distribuite nelle attività commerciali che hanno aderito alla campagna”.
Intanto c’è il già il primo contributo, 1500 euro, raccolti in questi ultimi giorni dalla Gnocchi, nella sua veste di ambasciatrice Lilt. Un granello da cui partire e da far crescere, partecipando numerosi agli eventi in programma durante il mese: sabato 7 in piazza Petazzi, dalle ore 18, ‘Le donne per le donne: evento di musica e sfilata di moda’; sabato 14 presso Il Gelatiere, dalle ore 16 alle 19, ‘Pink Chocolate’: animazione per bambini e degustazione di cioccolato; sabato 21 allo Spazio MIL/Carroponte, dalle ore 11:30 alle 20:30, Sesto Sport 2017/18: alle ore 17 incontro col dottor Alessandro Rasponi, oncologo LILT Milano, sulla prevenzione del tumore al seno; domenica 22 in via Picardi, per l’intera giornata, Le donne in città: negozi aperti, mercatino e animazione per bambini.
Per il calendario delle iniziative della Campagna Nastro Rosa: www.legatumori.mi.it

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

I giocatori di Milan e hockey sostengono la Lilt

Non solo le donne, anche gli uomini possono diffondere il messaggio di prevenzione per la …

Lascia un commento