Lettera minatoria al sindaco Di Stefano, la solidarietà della politica sestese

“Sono dispiaciuto, ma non intimorito. Non mi farò certo intimidire da atti vili come questi. Continuerò a lavorare con determinazione e grande impegno per il bene di Sesto e dei sestesi, andando avanti con il nostro programma”
È lo stesso sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano a comunicare di aver ricevuto in una busta, inviata in Comune per posta ordinaria, una lettera anonima a lui indirizzata, con messaggi minacciosi e offensivi nei confronti della sua persona. Il sindaco ha già provveduto ad avvisare le forze dell’ordine dell’accaduto.
Immediata la solidarietà della politica locale, a cominciare dal PD che attraverso la voce del suo segretario Marco Esposito esprime solidarietà umana e politica.
“Nascondersi dietro l’anonimato per insultare e minacciare è un atto vile che non trova in alcun modo giustificazione.
Il nostro invito a tutti è quello di abbassare i toni della discussione, che già in campagna elettorale avevano raggiunto livelli inaccettabili, a noi come partito e come gruppo consiliare di minoranza il compito di fare un’opposizione decisa ma costruttiva, sempre nel pieno rispetto della persona e del ruolo istituzionale ricoperto da Roberto Di Stefano”. Dello stesso avviso anche la lista civica “Insieme con Monica Chittó”:
«Spiace constatare come, ancora oggi, qualcuno preferisca ricorrere al metodo delle minacce anonime invece di esternare le proprie contestazioni in modo civile e palese, come si conviene ad una società democratica rispettosa delle diversità di opinione e di pensiero» ha commentato la capogruppo Stefania Di Pietro.
«Si tratta evidentemente di gesti codardi che non possono non essere condannati e che non devono fare demordere chi agisce nel rispetto del mandato ricevuto dai cittadini» conclude la capogruppo della Lista Civica.
Porta la firma congiunta di Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante, Maurizio Torresani, Marco Lanzoni, Alessandra Aiosa, Sergio Valsecchi, Federico Pogliaghi, Mario Molteni, Gianmaria Vincelli e Gabriele Ghezzi, il comunicato stampa di solidarietà del Polo civico. “Piena, ferma  e convinta solidarietà mia personale e di tutta la coalizione civica a Roberto Di Stefano per le minacce ricevute.
La politica di rinnovamento iniziata nella nostra città non verrà fermata da atti antidemocratici, che hanno l’effetto di compattarci ancora di più nel progetto di un futuro migliore per la nostra città.
Andremo avanti uniti e coesi, attraverso una azione di governo innovativa e in discontinuità con le passate amministrazioni!”.
Ferma condanna anche da parte del presidente del Consiglio Comunale Giovanni Fiorino: “Credo e sono sicuro di interpretare lo spirito di tutti i gruppi consiliari nell’esprimere una forte solidarietà al Sindaco Di Stefano per la lettera minatoria ricevuta nella giornata di ieri, un gesto vile che deve essere condannato da tutti i sestesi. Proprio in considerazione della gravità di questi atti invito tutte le forze politiche a stemperare i toni delle polemiche nell’ottica di una collaborazione concreta e di un dibattito rispettoso delle varie opinioni”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Regionali: Confcommercio Lombardia incontra i candidati presidente

In vista delle elezioni regionali del 12 e 13 febbraio, venerdì 20 gennaio il presidente …

Lascia un commento