Home » Cronaca » Scuola e educazione » Riapre il 4 settembre ‘Piccoli e Grandi’

Riapre il 4 settembre ‘Piccoli e Grandi’

Riparte il 4 settembre il servizio di Piccoli & grandi. Scongiurata dunque la chiusura. Lo annunciano in queste ore il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano e  l’assessore alle politiche educative Angela Tittaferrante. “La scelta dell’attuale Amministrazione Comunale – spiega il primo cittadino – attraverso l’operato dell’Assessore Tittaferrante, che lavorerà in collaborazione con gli altri Assessorati – è porre al centro la Persona e la Famiglia con i suoi bisogni, le sue valenze e le sue fragilità. Occorrerà potenziare e migliorare la qualità educativa di tutti i servizi, cercando tuttavia di conciliare i costi di questi servizi con i criteri ed i vincoli di sostenibilità economica”.
Un esempio importante è costituito proprio dal servizio “Piccoli e Grandi” che, al presente, è coperto dalle rette solo per il 5% dei costi.
“Dopo un’attenta analisi degli aspetti economici e delle opportune modalità organizzative per gli asili nido e per il servizio “Piccoli e Grandi” la Giunta di Sesto San Giovanni ha deliberato che il servizio Piccoli e Grandi avvierà regolarmente le proprie attività, dal 4 settembre 2017.”
Allo stesso tempo è stato deciso di garantire il corretto avvio dei servizi asili nido per l’anno 2017/2018, stabilizzando 7 educatori a tempo indeterminato, da 13 anni precari, e assumendo a tempo indeterminato 6 educatrici a 18 ore settimanali.
La Giunta ha inoltre deciso per il servizio Piccoli e Grandi, di rimodulare la tariffa passando dall’attuale sistema definito unicamente su base annua, a un sistema misto che prevede sia l’iscrizione annuale al servizio, sia la quota economica da corrispondere ”a consumo” legata alla registrazione dell’effettiva presenza del nucleo familiare iscritto alle attività programmate dal servizio.
La quota di iscrizione annuale al servizio sarà di 100 euro, mentre la quota “a consumo” corrispondente alla singola presenza giornaliera sarà di 5 euro.
“Il mio impegno – commenta l’assessore al welfare Angela Tittaferrante – così come quello di tutta l’Amministrazione, è di dare priorità al Servizio Nidi e di riesaminare gli altri servizi dedicati all’Infanzia. Ciò comporta un lavoro importante ed impegnativo di raccolta e rielaborazione di tutti i dati economici e organizzativi, degli esiti pedagogici e anche di quelli strutturali del servizio, anche per garantire la sicurezza degli spazi usati. Abbiamo considerato prioritario offrire alla cittadinanza servizi adeguati e apprezzati dai sestesi, ma allo stesso tempo anche in considerazione dei costi rimodulare le tariffe. Garantiamo le posizioni delle educatrici con le stabilizzazioni e le assunzioni. E’ nostro obiettivo continuare a offrire servizi di qualità con una grande attenzione alle esigenze di famiglie e bambin. Un’attenzione fatta di ascolto e di dialogo costante nel tempo”.
“Ringrazio l’assessore Tittaferrante – commenta il sindaco Roberto di Stefano – per il grande lavoro e l’ottima soluzione trovata. Andremo avanti in questa direzione, salvaguardando le richieste dei cittadini e garantendo servizi di qualità ai cittadini sestesi”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

“Lombardia è creatività!”, tra i candidati al premio anche ‘Sesto e i suoi studenti’

‘Sesto e i suoi studenti’, lo storico concorso promosso a Sesto San Giovanni da Anpi …

Lascia un commento