Aggressione a capotreno, assessore Sorte: risultato di accoglienza senza freni

“La mia solidarietà al controllore ferito e a tutti i lavoratori di Trenord che ogni giorno svolgono il proprio lavoro con dedizione”. Commenta così Alessandro Sorte, assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia, l’episodio di questa mattina in cui un capotreno di Trenord è stato ferito con una coltellata alla mano da un passeggero al quale era stato chiesto di esibire il biglietto. Secondo quanto si è appreso l’aggressore, descritto come uno straniero alto e magro, è scappato forzando le porte, mentre il treno rallentata entrando nella stazione di Santo Stefano Lodigiano. Il controllore invece è rimasto sul treno fino alla stazione successiva, Codogno, dove si trova l’ospedale di zona, presso il quale è poi stato immediatamente portato.
Il fatto è accaduto intorno alle 7 sul treno partito da Piacenza e diretto a Milano, all’altezza di Santo Stefano Lodigiano.
“Regione Lombardia – aggiunge Sorte – ha chiesto presidi militari e incremento della Polfer, ma dal governo nessuna risposta. Ceda quindi a noi la competenza sulla sicurezza”. Solo pochi giorni fa si è verificato un episodio di violenza simile in Stazione Centrale: un immigrato della Guinea, è stato arrestato lunedì mattina dalla polizia per tentato omicidio, dopo aver accoltellato un poliziotto nelle adiacenze della Stazione Centrale. L’agente, a quanto si è appreso, è stato protetto dal giubbotto antiproiettile ed ha riportato una ferita lievissima. Il giovane aggressore aveva già un ordine di espulsione emesso dal questore di Sondrio lo scorso 4 luglio.
“Questo è il risultato dell’accoglienza – attacca Sorte – senza regole e senza freni, portata avanti dai Governi ‘di sinistra’ guidati da Letta, Renzi e Gentiloni; questo è il risultato delle ‘marce pro accoglienza’ a cui hanno partecipato istituzioni locali come il Comune di Milano e quello di Bergamo”.
Le condizioni del capotreno non sono fortunatamente gravi: dopo la rimozione del coltello e le cure adeguate, l’uomo è stato infatti dimesso e tornerà domani all’ospedale per una visita di controllo.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Caro bollette, stangata da oltre 1 milione di euro per il Comune

“La stangata del caro bollette su luce e gas colpisce indiscriminatamente tutti.  Non vogliamo restare …

Lascia un commento