Home » Politica » Giunta Di Stefano: scettici PD e Art 1 MdP, FdI soddisfatto

Giunta Di Stefano: scettici PD e Art 1 MdP, FdI soddisfatto

Sabato scorso l’annuncio da parte del sindaco di Sesto San Giovanni dei nomi della nuova giunta (leggi l’articolo). Non tardano ad arrivare i primi commenti dai gruppi politici. A cominciare dal gruppo consiliare del PD. “Abbiamo appreso la composizione della nuova giunta che affiancherà Roberto Di Stefano nell’amministrazione di Sesto San Giovanni: a lui e ai suoi Assessori va il nostro augurio di un buon lavoro per la nostra città – dichiara la consigliera Roberta Perego -. Certo lascia perplessi che la principale forza politica dell’originaria coalizione di Di Stefano non sia riuscita a indicare neanche un Assessore proveniente dalla realtà sestese. Inoltre, nel leggere l’attribuzione delle deleghe, notiamo con una certa preoccupazione il rischio di sovrapposizione su temi cruciali e complessi, il demanio. La città non può permettersi di avere indirizzi politici diversi o veti incrociati da parte di forze politiche che hanno dimostrato, anche in campagna elettorale, sensibilità molto differenti. Attendiamo ora che questa nuova Amministrazione si insedi, in attesa di conoscere nel secondo Consiglio, alla luce della nuova coalizione che si è costituita per il ballottaggio, le linee programmatiche del Sindaco e della sua Giunta, e di vedere i primi passi concreti, al di là della continuazione degli slogan elettorali anche dopo le elezioni”.
Dello stesso avviso anche la sezione sestese di Articolo Uno-MdP: “Il candidato sindaco Di Stefano aveva solennemente promesso che la sua squadra di governo sarebbe stata composta da persone presenti e radicate sul territorio sestese – commentano -. Il sindaco eletto Di Stefano in “piena coerenza” con il programma elettorale nomina assessori in quota Lega due persone con alle spalle esperienze fallimentari di amministrazione locale, non sestesi e che della nostra città non conoscono nulla. D’Amico (Claudio D’Amico, neo assessore, ndr) costretto a dimettersi da sindaco di Cassina de’ Pecchi nel 2013, Magro (Alessandra Magro, neo assessore,ndr) scappata dalla giunta di San Giuliano dove utilizzava per le feste leghiste i fondi per il Consiglio dei Bambini. E’ questo lo spessore della sintonia con la città del nostro nuovo sindaco, che non abita a Sesto e viene guidato passo passo dalla signora Sardone che come lui non è di Sesto.  Adesso Sesto ai Sestesi lo diciamo noi”.
A difesa del primo cittadino e delle sue scelte il circolo sestese di Fratelli d’Italia che esprimendo la sua soddisfazione, augura a Di Stefano e ai suoi assessori (uno dei quali, Antonio Lamiranda, in quota FDI) un buon lavoro per il bene di Sesto e dei sestesi. “E’ una giunta comunale – spiega il presidente cittadino Michele Russo – che fornisce ai sestesi ampie garanzie di competenza, serietà e anche quella dose di rinnovamento che i nostri cittadini auspicavano. Ora al lavoro, tutti insieme, per cambiare radicalmente Sesto San Giovanni, rimasta ingessata dalle politiche autoreferenziali della sinistra per troppo tempo”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Sesto, nuovo segretario PD: due le candidature ufficiali

Si avvicina l’8 novembre, data di apertura del congresso del PD cittadino. Momento saliente del …

Lascia un commento