Home » Tempo libero » Sport » ‘Bike Passion, dagli Album Campari una storia a due ruote’, fino al 28 luglio alla Galleria Campari

‘Bike Passion, dagli Album Campari una storia a due ruote’, fino al 28 luglio alla Galleria Campari

Galleria Campari, da mercoledì 24 maggio a venerdì 28 luglio, riscopre una storia italiana tutta su due ruote: complice la tappa finale del 100° Giro d’italia che domenica 28 maggio, è sfilata davanti al quartier generale di Campari a Sesto San Giovanni. In questa occasione, Galleria Campari ha presentato un nuovo progetto espositivo, a cura di Marina Mojana e Fabrizio Confalonieri: Bike Passion, dagli Album Campari una storia a due ruote. La mostra è patrocinata dal Museo del Ciclismo del Ghisallo.
Il percorso espostivo prende avvio con una trentina di fotografie d’epoca custodite negli album degli archivi Campari. Le immagini ripercorrono l’arco temporale dagli anni Trenta agli anni Sessanta, in cui il marchio Campari ha seguito i ciclisti del calibro di Coppi, Girardengo, Cinelli, Moser, Anquetil, Baldini, Gaul, Magni, nelle ventuno tappe del Giro d’Italia, nelle tappe del Giro dei Tre Mari e in quelle del Gran Premio di Lugano, diventando, da sponsor delle manifestazioni, vero e proprio compagno delle imprese di una delle discipline sportive più onorate al mondo.
Alle fotografie d’epoca, si affiancano le grafiche pubblicitarie originali, firmate da Franz Marangolo (1912-1995) e da altri autori degli anni Cinquanta e Sessanta, che propongono una storia fatta di brillanti intuizioni e di strategie comunicative d’avanguardia. Il fil rouge è sempre l’immagine della bicicletta, contestualizzata nella vita quotidiana e rappresentata anche con raffinate silhouette, nelle sorprendenti otto tavole originali di Ugo Mochi (1889-1977).
La mostra volge uno sguardo complice anche al grande passato di questo mezzo, ed è arricchita da un esemplare storico, prestito dalle preziose collezioni d’epoca del Museo Nicolis di Villafranca di Verona, che permetterà al visitatore di immergersi ancor più in profondità nella dimensione e nell’evoluzione della bicicletta.
Il viaggio approda infine nel presente dando vita a un dialogo con la contemporaneità, grazie alla collaborazione tra Galleria Campari e Antonio Colombo, collezionista d’arte e Presidente di Cinelli, azienda leader nell’universo delle due ruote e del design ciclistico. Arricchiscono l’esposizione nove biciclette d’artista della collezione di Colombo firmate da designer di fama internazionale.
Una sezione del percorso espositivo sarà dedicata al mito della bicicletta nelle letteratura.Info: Galleria Campari viale Gramsci 161 Sesto S. Giovanni (MI) T. 02 62251 www.campari.com. Visite guidate e su prenotazione.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Calcio, oggi pomeriggio Pro Sesto-Castellazzo

Dopo la meritata vittoria meritata sul campo del Pavia (0-2 con rete di Di Renzo …

Lascia un commento