Piazza Petazzi gremita per la festa del sindaco Di Stefano

Piazza Petazzi gremita per Di Stefano: adesso bisogna guardare avanti

Il sindaco Di Stefano e Gianpaolo Caponi

Dopo la proclamazione in Comune, Roberto Di Stefano ha concluso la prima giornata da sindaco a tutti gli effetti con una festa a base di musica e cabaret per ringraziare i cittadini sestesi in una Piazza Petazzi colma di persone venute a salutare l’inizio di una nuova avventura.
“Non mi chiuderò nel Palazzo come ha fatto chi ha amministrato prima di me. Continuerò a fare il tour dei quartieri, solo stando tra la gente si possono capire i problemi della città. Sarò una sorta di sindaco 2.0, che utilizzerà anche la tecnologia per ascoltare tutte le proposte che mi verranno fatte” ha esordito Di Stefano, che si è detto subito pronto a mettersi al lavoro per risolvere i primi tre grandi punti annunciati in campagna elettorale: “La grande moschea non la facciamo. Vogliamo il commissariato di Polizia perché dobbiamo innanzitutto garantire la sicurezza. Poi c’è la lotta al degrado, bisogna tagliare il verde e intervenire sulle strade e sui marciapiedi. Infine, sempre a proposito di sicurezza, incontrerò a breve il comandante della Polizia locale. Serve una pattuglia fissa in determinate zone, come in piazza Trento Trieste e davanti alla stazione di Sesto Fs”. Sulla piscina Carmen Longo “c’è un progetto di riapertura. Faremo in modo che la prossima estate si possa andare finalmente in piscina”.
Sul palco non poteva mancare anche Gianpaolo Caponi, l’altro componente del team vincente capace di sbaragliare la sinistra dopo 72 anni: “Il lavoro di opposizione fatto negli ultimi 5 anni è stato ripagato dai cittadini – ha commentato il leader del Polo Civico e probabile nuovo vice sindaco -. Adesso abbiamo una grossa responsabilità, dobbiamo metterci a lavorare con la coerenza dei valori, cioè mettendo le persone al centro della politica. Come dice giustamente Di Stefano adesso bisogna guardare avanti e dimostrare che Sesto si può governare meglio. Questa città merita una dirigenza che sappia rispondere ai bisogni dei cittadini e farle raggiungere anche traguardi ambiziosi”.

Fabio Casati

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Consiglio metropolitano, confronto su Area B

Mercoledì 2 novembre, alle 16.30, in videoconferenza, si riunisce il Consiglio della Città metropolitana di …

Lascia un commento