Veltroni per Monica Chittò: scegliete il candidato in grado di unire la comunità

Si è affidata all’arte oratoria di Walter Veltroni, primo segretario nazionale del PD, l’ultimo incontro preelettorale di Monica Chittò, ieri sera in piazza Trento e Trieste.
“In una città delle dimensioni di Sesto San Giovanni siete chiamati a scegliere tra i due candidati quello che è maggiormente in grado di unire questa comunità – ha esordito Veltroni -. E penso che Monica abbia non solo l’attitudine per fare questo ma che abbia la consapevolezza di essere oggi candidata e da lunedì sindaco di tutti i cittadini di Sesto”.
Si è poi soffermato, Veltroni, su quella che deve essere, secondo lui, la principale caratteristica di un primo cittadino: l’umanità. “Questa deve essere la prerogativa di un primo cittadino – ha ribadito Veltroni -. Un sindaco deve pensare che quello che accade dietro ciascuna finestra di una città lo riguarda personalmente”. Veltroni ha poi velatamente affrontato il tema caldo dell’immigrazione. “Le differenze sono bellissime. Se tutti noi fossimo uguali, vestiti allo stesso modo, con le stesse facce, pensate che noia. La vita è accettazione della differenza e dell’Altro. E attraverso questa accettazione anche l’affermazione di regole e rispetto”.
Nel chiudere l’incontro Monica Chittò, sindaco uscente e candidato sindaco del centrosinistra, ha poi ricordato l’incontro televisivo del mattino con l’avversario politico Roberto Di Stefano, candidato del centrodestra, appoggiato delle liste civiche di Gianpaolo Caponi. “Diffidate delle imitazioni: i temi affrontati dai nostri avversari sono tutti i nostri: la chiusura dell’inceneritore, l’interramento dell’elettrodotto …”. Dimenticando però di dire che questo “difetto” potrebbe essere imputato anche alla sindaco e alla giunta uscente. Un esempio su tutti: la Città della salute e della ricerca sulle ex aree Falck. Nel suo discorso ai cittadini, Chittò parla di un grande lavoro di tessitura del Comune. Dimenticando però che se la Città della Salute arriverà nella nostra città e non a Milano, nell’area della ex caserma Perrucchetti, è grazie all’ex governatore di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, che nel 2012 si oppose al parere opposto dell’allora sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Elezioni Cusano, Valeria Lesma candidata del centrodestra 

Valeria Lesma correrà per il rinnovo del mandato di sindaco di Cusano Milanino alle prossime …

Lascia un commento