Home » Economia » Il risparmio è verde: la rigenerazione ambientale per uscire dalla crisi 

Il risparmio è verde: la rigenerazione ambientale per uscire dalla crisi 

Il risparmio energetico oggi si fa anche col verde pensile. La legge oggi equipara il roof top garden a qualsiasi intervento di riqualificazione energetica. E per tutto il 2016, sugli interventi di ristrutturazione con verde pensile finalizzati al contenimento energetico, si potrà beneficiare di sgravi fiscali fino al 50%.
I tetti verdi trattengono il calore fino al 30%, aiutano a smaltire le acque piovane, aiutano ad assorbire il Co2, aiutano a diminuire lo smog con una effettiva riduzione del 20% delle polveri sottili e creano veri e priori micro habitat anche in zone fortemente urbanizzate.
Il verde pensile è uno strumento di recupero per le periferie e strumento di socializzazione. I condomini possono darsi appuntamento sul tetto tra il verde, con le classiche sedie a sdraio per prendere il sole, gli spazi per il barbecue, un piccolo orto da coltivare. Un esempio di riqualificazione urbana si trova nella vicina Cinisello Balsamo dove sul tetto di una casa popolare di proprietà del Comune, c’è un giardino curato dagli inquilini.
C’è poi una tendenza che si sta sempre più affermando anche in Italia: gli orti 
sul tetto a chilometro zero. Ad esempio a Torino, Fonderie ex Ozanam, un ristorante ha scelto di mettere a orto tutto il proprio lastrico solare. La coltivazione delle verdure, che poi vengono servite a tavola, è affidata a due cooperative sociali.
Crescita economica: il segreto è nei giovani. Sfatando il mito dei “giovani choosy”, Soft Strategy, azienda italiana specializzata nella fornitura di servizi professionali di consulenza alle imprese, è stata capace di aumentare il proprio fatturato del 60 per cento nell’ultimo anno grazie proprio all’assunzione di giovani talenti (scongiurando così la fuga dei cervelli all’estero). Qualche numero: età media in azienda 35 anni; degli oltre 200 dipendenti , solo il 25% ha un’età superiore ai 40 anni; dal gennaio 2017 sono stati assunti 37 dipendenti e contrattualizzati 10 stagisti; 4 sedi in Italia (a Roma, Bologna, Genova e Matera) e una sede a Rio de Janeiro.
“Impiegare risorse economiche nell’efficientamento energetico non è solo un discorso di salvaguardia dell’ambiente – spiega Giorgio Pucci, presidente di Enerqos, ESCo impegnata nella fornitura di servizi energetici – significa anche far girare l’economia, avvalendosi di prodotti italiani e europei, e soprattutto risparmiare”.  

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Concorso Imprese di Valore: premiate 23 eccellenze lombarde

165 imprese della Lombardia che hanno partecipato al contest, 23 eccellenze premiate e un montepremi …

Lascia un commento