Home » Tempo libero » Sociale » L’angolo del counselor, figli unici e rapporto con la solitudine

L’angolo del counselor, figli unici e rapporto con la solitudine

Claudia Muccinelli Counselor

E’ risaputo, anzi, ormai è diventato quasi un luogo comune, che la famiglia di origine ha una notevole influenza nello sviluppo e nella formazione del carattere, e della identità personale. Ci sono studi, e teorie (a partire da quelle di Alfred Adler), che sottolineano quanto anche il rapporto con i fratelli, e l’ordine di nascita (quindi essere primogenito, secondogenito, piuttosto che il figlio minore), possano costituire elementi importanti a livello di formazione della personalità, e di acquisizione di capacità di socializzazione.
In seguito a modifiche sociologiche e culturali, nella nostra società sono ormai sempre più numerose le famiglie con un unico figlio/a, e può quindi valer la pena capire cosa questo potrebbe “significare”.
Il figlio unico cresce senza avere il paragone del confronto con fratelli, e quindi, è spesso portato ad imitare abilità e modelli comportamentali dei genitori, ma anche in generale di altri parenti ed amici dei genitori, che diventano i suoi punti di riferimento : può quindi divenire un bambino precoce, che, già da piccolo, agisce “da adulto”.
Il figlio unico può avere anche un particolare rapporto con la solitudine : questa dimensione non è forse così “spaventosa”, per il figlio unico, in quanto, semplicemente, l’ha sempre vissuta, e quindi non gli è estranea, ma è parte del suo modo di essere : il figlio unico è magari cresciuto avendo una sua cameretta, dei suoi spazi ben precisi, e, nella vita adulta, questo può tradursi in una maggiore propensione alla privacy ed alla riservatezza.
Figlio unico “viziato” (per le troppe attenzioni genitoriali), oppure figlio unico più autonomo ed indipendente (in quanto abituato, fin da piccolo, ad una dimensione di solitudine che, anche da adulto, non lo spaventa)? Cosa ne pensate?

Claudia Muccinelli
Counselor

Per domande, commenti e per inviare le proprie lettere è possibile rivolgersi all'Angolo del counselor inviando una mail a claudia_muccinelli@yahoo.it, indicando anche se si desidera che il proprio nome venga pubblicato o meno.
 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Lions Club Sesto Host e Centro, continuano gli eventi dedicati al centenario

Proseguono fino al 10 giugno gli eventi proposti dai due Lions Club di Sesto San …

Lascia un commento