Project Financing, M5S: ennesima opportunità persa dell’amministrazione comunale

Dal Movimento Cinque Stelle di Sesto riceviamo e pubblichiamo. 

“In campagna elettorale sono tanti gli attacchi reciproci, gli screzi, le rivendicazioni di voler agire per il bene dei cittadini, cosa che gli “altri” non fanno, ma una volta chiamati ai fatti le parole si scoprono per quelle che sono, vuote e vane. Ne è la prova, il voto del consiglio sul Project Financing del Palasesto andato in scena lunedì sera. Al termine di un estenuante tira e molla determinato dagli emendamenti presentati da alcune forze politiche di opposizione, pressoché unanime è stato il consenso al progetto presentato dall’attuale gestore (in contenzioso con il comune!), che consegnerà ai privati per i prossimi 30 anni la struttura sportiva comunale più importante della città. Tanto importante da essere annoverata fra i primi 3 palazzetti del ghiaccio della regione (gli altri due sono nel capoluogo).
Il M5S, unico fra tutte le forze politiche e da sempre contrario ai Project Financing su strutture a valore aggiunto, si è opposto con coerenza a questa concessione. Lo sport è un investimento sul futuro delle nuove generazioni e non un costo, le strutture sportive pubbliche sono un’opportunità di sviluppo da non demandare al privato. La gestione diretta delle strutture sportive permette di attuare politiche di equità sociale, di promozione sportiva, di tutela degli interessi delle associazioni sportive sestesi e degli atleti cittadini, con positive ricadute economiche, di salute e sociali. Ci rammarichiamo per l’ennesima opportunità perduta dall’amministrazione comunale, letargica sino a oggi quanto risoluta ora nel trovare nel PF l’unica soluzione per la continuità del Palasesto, ma ci rammarichiamo anche dal comportamento dell’ opposizione in blocco, ammaliata dai risparmi nei consumi (conseguenti all’ammodernamento degli impianti che comunque sarebbe stato effettuato) e “illusa” dal voto favorevole a emendamenti che non sarebbero stati necessari se il comune avesse mantenuto la gestione della struttura. Se queste dismissioni sono le premesse del “loro” cambiamento, maggioranza e opposizione insieme, ai cittadini, non rimane che percorrere una strada, quella della coerenza e della competenza. Lavoriamo per un Comune che faccia i nostri interessi.Solo con il Movimento 5 Stelle Sesto riparte”

M5S Sesto

Una risposta semplice semplice
Il M5S si dice contrario al Project Financing del Palasesto. Ma quando mai! Il M5S, semmai, è sempre contrario a ogni proposta.
D’accordo, non disponendo di adeguati finanziamenti propri, il Comune taglia corto e si affida volentieri all’opera dei privati. Non è mia intenzione, in questa sede, difendere l’A.C., perché so bene che il suo atteggiamento è sempre così. Quando non riesce a tenere in piedi una struttura sportiva o altro impianto pubblico, si rivolge, quasi sempre ai privati.
Questo modo di amministrare, molto spiccio, all’apparenza farebbe credere di andare per il giusto verso, mantenendo gli impianti. In realtà, appesantisce enormemente la gestione delle strutture, scaricando il peso, in termini di tariffe, sulle spalle dei cittadini-utenti.
Cosa fa, in effetti? Se ne lava le mani (come Pilato) e addossa i costi di gestione sui poveri cittadini. Detto questo però, va anche detto che il M5S non se la può cavare, facendo spallucce, perché da quando è nato, questo Movimento, dice sempre no a tutto.
Stiamo a vedere, quando riterrà opportuno, assumersi anche sulle proprie spalle, le giuste responsabilità che gli competono. Quando avverrà, sarà comunque troppo tardi!

M.G.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Consiglio comunale, l’opposizione spiega perché ha lasciato l’aula

“Per tutta la campagna elettorale siamo stati tacciati di essere i “partiti del no”, ma …

Lascia un commento