Irregolarità del centro islamico di via Luini, Caponi: chiediamo l’immediata chiusura!

Gianpaolo Caponi

Continua il dibattito politico in città dopo che l’assessore regionale Viviana Beccalossi ha rivelato che dalla documentazione inviata in Regione dal Comune di Sesto San Giovanni, in risposta al monitoraggio sui luoghi di culto, la moschea “provvisoria” di via Luini risulta irregolare.
“Il principio di legalità afferma che tutti gli organi dello Stato sono tenuti ad agire secondo la legge – commenta il candidato sindaco del Polo Civico Gianpaolo Caponi – ; tale principio non ammette che il potere venga esercitato in modo arbitrario. Se come afferma il documento di Regione Lombardia, il centro culturale Islamico di Sesto San Giovanni, non è conforme alle normative vigenti , questo va chiuso immediatamente. Tutte le irregolarità descritte nella lettera della Regione inviata all’amministrazione Chittò sono gravi”. Caponi chiede pertanto che l’amministrazione dia immediate risposte alla Regione e alla cittadinanza sestese: “E nell’eventualità si accerti che queste regolarità esistano prenda immediatamente provvedimenti , amministrativi e politici, su chi queste irregolarità ha lasciato compiere. La legalità significa responsabilità e chi ha il compito di amministrare non può derogare questo principio”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

‘Giacomo Matteotti. L’Italia migliore’, in auditorium BCC la presentazione del libro di Federico Fornaro

A cent’anni dalla morte di Giacomo Matteotti, Anpi Sesto San Giovanni, CGIL SPI Milano e …

Lascia un commento