I giovani di #Sestoqua

Sestoqua con Sesto nel Cuore e Cittadini di Sesto: vogliamo dare voce ai giovani

#Sestoqua. Un nome immediato che parla di presenza sul territorio, di partecipazione diretta e attiva. Potremmo riassumerla così: se sto qua è perché mi interessa. Un concetto che i giovani under 30 della neonata associazione #Sestoqua esprimono con semplicità ed entusiasmo.
Giovani come Federica Cesarotti, presidente dell’associazione culturale che domani sera al Maglio di via Granelli 1, ufficializzerà l’ingresso nel polo civico formato da Sesto nel Cuore e Cittadini di Sesto insieme alla associazione Cittaviva.
Federica, come nasce la decisione di entrare nel polo civico formato da Sesto nel Cuore e Cittadini di Sesto?
«Siamo entusiasti di poterci presentare alla città. Il polo civico rappresenta per noi concretezza, serietà e condivisione. Abbiamo conosciuto persone che si impegnano nel quotidiano per il bene di Sesto San Giovanni e si sono subito dimostrati pronti all’ascolto di noi ragazzi, cercando e valorizzando il confronto con le nostre esigenze. La fiducia riposta in noi è davvero molta, e noi ne riponiamo in loro!»
Siete tutti molto giovani e motivati. Qual è la “molla” che vi ha fatto decidere di dare vita a questa associazione?
«Abbiamo il desiderio di voler essere un contributo ed un valore per la nostra città. Vogliamo dare voce alle esigenze dei giovani, siamo all’ascolto e cerchiamo il confronto. È un dato di fatto che siamo il futuro di Sesto: vogliamo costruirlo insieme, con responsabilità.»
E’ la vostra prima esperienza politica?
«Crediamo che la politica sia vivere il territorio per preservarlo nel tempo e valorizzarlo. A Sesto San Giovanni siamo cresciuti, ci siamo formati, abbiamo stretto relazioni, diventiamo donne e uomini. Questa è la nostra esperienza. Dopo sole due settimane il gruppo conta quindici ambasciatori ma siamo in continua espansione!»
Con voi c’è anche il consigliere comunale di M5S Matteo Cremonesi…
«Matteo, come diversi altri ragazzi, ha sposato il nostro progetto grazie ad un ricco confronto di gruppo da cui è emersa anche la sua esperienza. La nostra è una realtà fresca, dinamica e propositiva. Crediamo nel talento di ciascuno e nell’energia che può sprigionarlo.»
Sesto San Giovanni e i giovani: qual è la prima “urgenza” che vi viene in mente?
«L’urgenza a Sesto San Giovanni è proprio quella di creare una politica giovanile basandosi sull’ascolto delle esigenze e su una comunicazione funzionale. Quello che manca è proprio un rapporto diretto, comprensibile, che permetta di occuparci l’uno degli altri, ci occupiamo di Sesto perché desideriamo che Sesto si occupi di noi. È un ingaggio, una relazione.»

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Sesto, approvato il rendiconto di gestione 2023

Martedì 7 maggio il Consiglio Comunale ha approvato il rendiconto di gestione 2023 del Comune …

Lascia un commento