Trasferiti poliziotti che fermarono Amri

Luca Scatà e Christian Movio, i due agenti di Polizia del commissariato di Sesto San Giovanni che lo scorso 23 dicembre fermarono ed uccisero nel piazzale della stazione ferroviaria di Sesto l’attentatore di Berlino Anis Amri, sono stati trasferiti ad altri uffici di Polizia in altre località. La decisione del Viminale è stata confermata dal Commissariato di Sesto San Giovanni. Il trasferimento dei due agenti è – secondo quanto si apprende in ambienti della questura- non è precauzionale ma una forma premiale (“il riconoscimento per un’azione straordinaria”). 
”Buon lavoro per il futuro che li attende e ancora un sentito ringraziamento da parte di tutti i lombardi e più in generale di tutti gli italiani per l’azione che hanno posto in essere”, commenta Viviana Beccalossi (Fratelli d’Italia), assessore regionale alla Città Metropolitana e Territorio, delegata dal presidente Maroni a porre in essere tutte le azioni per fronteggiare il radicalismo islamico. “Quello che mi piace ancora una volta sottolineare – aggiunge Viviana Beccalossi – è che l’intervento dei due agenti di Sesto è frutto di un lavoro che gli stessi e tutti i loro colleghi delle forze dell’ordine svolgono quotidianamente in ogni parte d’Italia. Il loro coraggio e la loro preparazione – conclude l’assessore regionale – sono stati certamente fondamentali per catturare il mostro di Berlino”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Paderno più verde e sicura con il Progetto Città metropolitana Spugna

Un ambizioso piano per contrastare gli allagamenti causati da nubifragi e bombe d’acqua, che sempre …

Lascia un commento