Obbligatorietà vaccini, Regione Lombardia non condivide esito incontro Lorenzin-Regioni

Arrivare in tempi relativamente brevi ad una legge nazionale sull’obbligatorietà delle vaccinazioni. Questa la conclusione a cui si è giunti nel corso del recente incontro presso la sede del ministero della Salute, fra il ministro Beatrice Lorenzin e gli assessori delle Regioni e delle Province autonome per la verifica e l’avvio del nuovo Piano nazionale della prevenzione vaccinale 2017-19.
L’intesa, ha sottolineatp il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Walter Ricciardi, è stata raggiunta all’unanimità, con il consenso di tutte le regioni. In sostanza, l’obiettivo è dunque rendere obbligatorie le vaccinazioni per l’accesso a nidi e scuole materne.
Si pone ora l’esigenza di una condivisione Stato-Regioni del percorso applicativo.
Ma subito arrivano le prime prese di distanza, a cominciare da Regione Lombardia con l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera: “Regione Lombardia non è assolutamente d’accordo perché riteniamo che gli obblighi non producono l’effetto di radicare nei cittadini la consapevolezza dell’utilità dei vaccini. La posizione espressa dall’assessore Saitta – spiega Gallera – non rappresenta la posizione di Regione Lombardia, non è stata condivisa ed è lontana da quella che abbiamo espresso in tutte le sedi. La posizione della Regione Lombardia non è quella di rendere obbligatori i vaccini, ma quella di rendere i cittadini consapevoli che la scelta di vaccinarsi è quella più giusta per la propria salute. Vaccinare è l’unica scelta per tutelare la salute individuale e della comunità, per questo offriamo un piano vaccinale che si è arricchito negli anni e mettiamo in campo una comunicazione capillare che punta ad una maggiore consapevolezza”.
In realtà, è stata la stessa ministro Lorenzin a precisa con una nota ministeriale che “nessuna intesa è stata raggiunta, ma si è trattato dell’inizio di una interlocuzione istituzionale su di un tema di grande interesse per le famiglie italiane”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Lotta al coronavirus, riconoscimento anche al 168° nucleo di Protezione civile sestese

C’era anche il 168° nucleo di protezione civile ANC di Sesto San Giovanni al Teatro …

Lascia un commento