Home » Tempo libero » Sport » Bocciodromo Falck, i bocciofili: inqualificabile l’atteggiamento di tre membri dell’opposizione

Bocciodromo Falck, i bocciofili: inqualificabile l’atteggiamento di tre membri dell’opposizione

Da Silvano Mordenti riceviamo e pubblichiamo
Il gioco delle bocce, un gioco antico di oltre duemila anni, capace all’epoca di unire patrizi e plebei. Un’attività che addirittura il medico greco Ippocrate, elogiava come sport molto salutare. Da ieri sera, a Sesto San Giovanni, non esiste più!
Le responsabilità sono da ritrovarsi in primis nell’amministrazione comunale e la sua giunta che hanno approvato il project financing che chiude definitivamente lo spazio a noi dedicato da moltissimi anni. Oltre cento persone hanno manifestato davanti al Comune e in aula, il loro forte disappunto per questa decisione.
La maggioranza e la giunta sono quindi i primi responsabili, ma non di minore importanza è stato l’atteggiamento dei 3 membri dell’opposizione Eros De Noia (Democratici per il cambiamento), Antonio La Miranda (FdI) e Franca Landucci (Gruppo Misto) assenti durante la votazione della delibera, dopo che per mesi ci hanno mostrato la loro solidarietà.
Oltre il Presidente del Consiglio Comunale Ignazio Boccia che anche lui solidale con noi da mesi, pretestuosamente si è astenuto dalla votazione.
Bastava il voto contrario di queste 4 persone, per non far passare una delibera ingiusta e immotivata che chiude l’ultimo spazio sociale legato alle bocce di Sesto San Giovanni.
Altri sono stati coerenti raccogliendo prima le firme a nostro sostegno, e in seguito appoggiando la nostra manifestazione, e soprattutto, votando coerentemente contro la delibera.

Per i Bocciofili di Sesto San Giovanni
Silvano Mordenti

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Arriva il 30° Memorial Gaetano Scirea

Giovedì 25 luglio, alle ore 20.45, presso la Sala degli Specchi di Villa Ghirlanda Silva …

Lascia un commento