Primo sondaggio PD incorona Monica Chittò. Un’attenta analisi, però, rivela che il percorso è ancora lungo

Ieri sera, commissionato dal PD Metropolitano a SWG, il PD di Sesto San Giovanni ha presentato il suo primo sondaggio che, in largo anticipo, tende a incoronare l’attuale Sindaco Monica Chittò. Questi, i principali dati:
Clima moderatamente positivo riguardo alla qualità della vita dei sestesi: concorda il 75%, non concorda circa il 22% dei cittadini. Notorietà e gradimento del Sindaco: la conosce il 79%, mentre il 21% non la conosce.
Apprezzamento del Sindaco Monica Chittò: 53%, mentre il 34% é di altro parere.
Lo scarto tra chi apprezza e chi non lo fa – afferma il PD – è del 19%, una distanza netta che rende molto positivo il clima attorno al sindaco.
Intenzione di voto ai partiti alle elezioni comunali: totale area Chittò 42,5%; totale area Di Stefano 23%; M5S 14,5%; Sesto nel Cuore 11,5%; Giovani Sestesi 3,5%; NCD 1,0%; Altri 4,0%; non si esprimono il 29%.
Stando davvero così le cose – diciamo noi – non ci sarebbe neanche l’utilità di andare al voto, perché, risparmiando, si potrebbe riconfermare l’attuale Amministrazione. Se però c’è permesso avanzare qualche osservazione, dal quadro politico della città rilevato dalla lettura dei dati, notiamo l’assenza di qualsivoglia riferimento a diverse parti politiche che, invece, sono presenti nel panorama politico cittadino.
I Democratici per il cambiamento, ad esempio, che non compaiono da nessuna parte. Il Polo Civico Popolare di Filippo Penati – per altro già impegnato in campagna elettorale – già attivo all’epoca del rilevamento, eseguito da SWG attorno al 4 dicembre 2016. Per finire con il nuovo Polo Civico formato da Cittadini di Sesto e Sesto nel Cuore che, quasi sicuramente, hanno provocato un ridimensionamento della lista civica dei Giovani Sestesi, una parte della quale è confluita nel Comitato popolare di Penati. Se poi aggiungiamo Di Stefano che pare volersi presentarsi con una sua lista civica, ecco che il quadro, sia pure leggermente, andrebbe a modificarsi.
Ci riferiamo dunque a una precisa zona, non considerata dal sondaggio, che certamente qualche scossone elettorale l’avrà pure provocato, modificando il dato elettorale. Ebbene, valutando attentamente questa nuova situazione, siamo del parere che in voti, possa valere almeno il 12%, che invece, nel sondaggio non compare. E dunque, rifacendo i dovuti conti, si potrebbero avere dati diversi: area Chittò: 32,5%: area Di Stefano: 21,00%; area Polo civico popolare di Penati: 8,00%; Polo civico Aiosa/Caponi: 18,5%; M5S: 14,5%; altri: 5,5%.
Fin qui, quello che passa il convento! Per qualche altro miracolo, invece, bisogna attendere il ballottaggio e il successivo responso delle urne.

M.G.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Nuovo coordinamento di FDI della provincia di Milano

Si è riunito lunedì 5 febbraio il nuovo coordinamento di Fratelli d’Italia della provincia di …

Lascia un commento