Fermato e ucciso l’attentatore di Berlino

Questa notte gli agenti del Commissariato della polizia di Stato di Sesto San Giovanni hanno ucciso l’attentatore di Berlino, il trentunenne tunisino Anis Amri, durante un conflitto a fuoco in piazza Primo Maggio. Il giovane proveniva da Torino (e prima ancora dalla Francia) ed è stato fermato per un normale controllo. L’uomo invece di fermarsi ha estratto una pistola e ha sparato ferendo uno dei due agenti, Christian Movio. L’agente,  36 anni, è stato subito trasferito è ricoverato al San Gerardo di Monza (“Sono contento di essere stato utile in questo “marasma” che sta succedendo un Europa”, le sue prime parole dall’ospedale). In giornata il sindaco Monica Chittò gli farà visita insieme al Questore e al Vicequestore. Dopo aver appreso la notizia, il Sindaco ha convocato immediatamente la Giunta comunale che si è riunita ed è in costante contatto con la Questura. “La conferma che si tratti dell’attentatore di Berlino” dichiara Monica Chittò “mi è arrivata dal Vicequestore Roberto Guida e dal Ministro degli Interni Marco Minniti, con cui mi sono messa subito in contatto. Ringrazio i nostri agenti di Polizia per il loro lavoro, che dimostra il costante, continuo e capillare controllo della nostra città. Alle Forze dell’ordine esprimo vicinanza e immensa gratitudine a nome di tutta la città”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Comitato Cittadini Piazza Trento Trieste, presidio di protesta sotto il Municipio

Il comitato cittadini Piazza Trento e Trieste torna ad accendere i riflettori sul quartiere e …

Lascia un commento