Cdd, sigle sindacali divise sul protocollo di intesa

Lo sciopero del giugno 2015 contro l’esternalizzazione del servizio dei cdd

Compie timidi passi avanti l’evoluzione del percorso che porterà i centri diurni disabili Magnolia e Mimosa ad entrare nella convenzione con il consorzio Insieme per il sociale (Ipis), l’azienda speciale costituita dai comuni di Bresso, Cusano, Cormano e Cinisello. Lo scorso 5 dicembre si è tenuto il previsto tavolo di confronto tra amministrazione comunale e sindacati per la sottoscrizione della bozza del protocollo di intesa. «Il protocollo – spiega il delegato sindacale Cgil Rsu Sergio Settimio – recepisce in toto le richieste di sindacati e lavoratori, a cominciare dal reintegro, per coloro che ne faranno richiesta, nell’amministrazione comunale. Per chi decide sin da subito di essere ricollocato all’interno dell’Ente, sono già previsti dei corsi di formazione».
Fermo restando tutti i necessari passaggi istituzionali, il protocollo prevede la gestione del servizio da parte di Ipis entro il mese di aprile con la conclusione di tutto il percorso, incluso il ricollocamento del personale, entro giugno.
Non tutto però è filato liscio durante il tavolo di confronto. Uil, Sulpm e Usb hanno scelto di non firmare il protocollo (firmato da Cgil e Cisl), spiegando che la sottoscrizione è collegata alla condivisione dell’assemblea dei lavoratori di prossima convocazione. «Quando ci è stato chiesto di sottoscrivere immediatamente la bozza di protocollo di intesa con relativa chiusura della vertenza in atto – spiega Marisa Pasina, responsabile territoriale Uil Fpl Lombardia -, come Uil abbiamo precisato che tale possibilità si sarebbe potuta concretizzare solo dopo il dovuto passaggio con i lavoratori interessati e che tale firma avrebbe potuto essere rinviata al 14 dicembre, data in cui è già convocato un tavolo sindacale. Non ci pareva una grande attesa, visto che del problema stiamo parlando da ormai due anni. Tale richiesta – conclude Pasina – è stata avallata anche da altri 5 rappresentanti della RSU presenti. Di fronte all’insistenza dell’Amministrazione comunale di firmare subito Cgil, con la sua rappresenta territoriale e aziendale e due componenti della RSU (uno anche come rappresentante aziendale Cisl) hanno sottoscritto il protocollo d’intesa. E noi, in dissenso a quanto si stava consumando in sala giunta, ci siamo allontanati dalla sala senza firmare».
Una scelta da cui prende le distanze la Cgil: «Il protocollo è stato costruito con le sigle presenti al tavolo – precisa Settimio -. La motivazione della Uil alla base della decisione di non firmarlo è per noi inspiegabile. Malgrado ci sia stato da parte dell’A.C. un accoglimento totale delle richieste di sindacati e lavoratori, il protocollo non è stato firmato da tutti, atteggiamento per noi incomprensibile. Anche perchè la prassi sindacale è questa: si sottoscrive una bozza di protocollo con l’A.C. e la si sottopone all’assemblea dei lavoratori».

Circa specchiosesto

Controlla Anche

25 Aprile: al via il programma delle celebrazioni

Al via il programma delle celebrazioni legate al 25 Aprile, 79° Anniversario della Liberazione. Lunedì 15 …

Lascia un commento