Bilancio partecipativo, Di Stefano (FI): solo uno specchietto per le allodole

distefano-roberto“Il bilancio partecipativo a Sesto si traduce in 5 progetti da 50mila euro l’uno e un appalto di gestione per circa 25mila euro, il tutto da realizzarsi con gran fretta prima delle elezioni della prossima primavera.  Un vero e proprio flop nonostante le laute mance elettorali con soldi pubblici”. Con queste parole Roberto Di Stefano, presidente vicario del Consiglio Comunale e candidato sindaco alle prossime amministrative per il centrodestra, boccia il bilancio partecipativo del Comune di Sesto San Giovanni, che proprio in queste settimane entra nella seconda fase, dalle idee alle idee progettuali. “Scarsissima l’affluenza alle riunioni di quartiere, 90 persone in totale sui 5 quartieri: è chiaro che i Cittadini non si sentono coinvolti, segno del malcontento che ormai è palpabile da anni. Questo non è il bilancio partecipativo – continua Di Stefano – i cittadini lo hanno capito, non si sono fatti ingannare. Era chiaro già dalla presentazione del progetto che i tempi strettissimi fossero dettati dall’avvicinarsi delle elezioni, snaturato di fatto il bilancio partecipativo, privandolo proprio della sua valenza ‘partecipativa’. Abbiamo letteralmente sprecato 275mila euro dei Contribuenti usandoli come specchietto ma le allodole non ci sono cadute: la gente è stanca di regalini e concessioni pre-elettorali. La fiducia del cittadino si conquista governando per il bene comune, non a colpi di eventi e tagli di nastro”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio/ Commemorazioni e strane amnesie 

Abbiamo notato che durante la giornata di commemorazione di Giacomo Matteotti (1885-1924) a Montecitorio nessuno …

Lascia un commento