Educazione sessuale nelle scuole, petizione del centro culturale L’Arca

studentiDal centro culturale L’Arca riceviamo e pubblichiamo
In data odierna il Centro Culturale Arca ha consegnato la petizione “RE.A.DY  to QUIT”, per chiedere trasparenza al Comune di Sesto San Giovanni sulle sue iniziative educative nelle scuole. In particolare chiede al Sindaco: di vigilare affinché sia rispettato il ruolo costituzionalmente garantito della famiglia nell’educazione dei figli, specialmente nel campo della sessualità; di non favorire l’introduzione di corsi che trattino di sessualità e identità di genere nelle scuole, soprattutto attraverso associazioni non qualificate all’insegnamento e senza avvisare in modo chiaro i genitori; di astenersi dal finanziamento e ritirare l’adesione del Comune alla rete RE.A.DY, promotrice di questi corsi. Poiché nelle scuole sestesi è già accaduto il contrario, quasi 500 genitori e cittadini si sono mossi creando e sostenendo questa petizione per evitare che accada di nuovo, specie se a loro insaputa.
Ma resta fondato il timore che la scuola non sia il luogo in cui avvenga, in collaborazione con i genitori, lo sviluppo educativo degli alunni ma – citando Papa Francesco – «a volte, non si sa se con questi progetti si mandi un bambino a scuola o in un campo di rieducazione». Il Sindaco dovrà tenerne conto. Il testo integrale della petizione è disponibile a questo link.
Cordiali saluti

Centro Culturale Arca

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Il talento dei giovani dei centri CNOS FAP protagonista dell’Esposizione dei Capolavori

Il Centro di Formazione Professionale dei Salesiani di Sesto San Giovanni ospiterà l’Esposizione dei Capolavori …

Lascia un commento