Bernardi cacciato dalla giunta, Sestodemocratica: la revoca delle deleghe atto coraggioso

Plauso al sindaco Monica Chittò da Sestodemocratica, la ex corrente del Pd di Sesto, che si ricompatta alla maggioranza in seguito alla cacciata dalla giunta dell’assessore Mauro Bernardi bernardi(nella foto). «Esprimiamo il nostro apprezzamento per la scelta compiuta – commenta Sestodemocratica – che chiude una fase di costante aggressione da parte di una forza politica cittadina all’amministrazione della quale faceva parte. La politica è fatta di incontri e anche di scontri, ma l’obiettivo non può che essere il bene comune e l’atteggiamento tenuto dai Democratici per il cambiamento è stato di quotidiano attacco, anche di basso livello alla Sindaca e all’insieme del governo cittadino e certo non poteva essere tollerata oltre».
Quando Bernardi fu nominato assessore (prendendo il posto del dimissionario Alessandro Piano, oggi coordinatore dei Democratici per il cambiamento) Sestodemocratica criticò quella scelta «intuendo che la china presa dagli ex Italia dei valori, poi ex Verso Sesto era quella di tentare di scardinare dall’interno il governo della città e riteniamo che fin troppo a lungo si sia permesso ad una forza che si collocava in maggioranza di attaccare giornalmente l’amministrazione di cui faceva parte. La revoca delle deleghe è stato un atto giusto e coraggioso e ci auguriamo che possa costituire la base per l’avvio della costruzione di un rinnovato centrosinistra che sappia muoversi nell’orizzonte dei valori che ne costituiscono le fondamenta per il bene della nostra città».

Circa specchiosesto

Controlla Anche

‘Giacomo Matteotti. L’Italia migliore’, in auditorium BCC la presentazione del libro di Federico Fornaro

A cent’anni dalla morte di Giacomo Matteotti, Anpi Sesto San Giovanni, CGIL SPI Milano e …

Lascia un commento