Sicurezza in quartiere, partono i Gruppi di controllo whatsapp

farmacistaLa sicurezza di quartiere continua ad essere un tema caldo in città. Lo dimostra l’ampia adesione ai gruppi di controllo WhatsApp partiti nella nostra città in seguito alla petizione sulla sicurezza lanciata dalla lista civica Sesto nel Cuore. Proprio questa mattina sotto il solleone l’attività è partita nella zona di via XX Settembre con la distribuzione dei primi adesivi che contraddistinguono le zone dove cittadini e commercianti (ad oggi 56 in via XX Settembre, una quarantina al Rondò) hanno aderito con convinzione e partecipazione ai cosiddetti “gruppi di controllo WhatsApp”.
Cittadini che tramite smartphone potranno segnalare episodi sospetti ma anche situazioni di degrado, senza sostituirsi alle forze dell’ordine ma informando più celermente le stesse in caso di problemi di sicurezza. lupin-abbGià questa mattina, il gruppo di Sesto nel Cuore ha girato per via XX Settembre e piazza Trento e Trieste per distribuire i primi adesivi ai commercianti che aderiscono al servizio. Tra i primi ad esporre l’adesivo il titolare dell’edicola della piazza, la farmacia De Carli – tra gli esercizi più colpiti dagli atti di vandalismo del giovane che nelle scorse settimane ha infierito a colpi di catena su negozi e vetture in sosta -, un negozio di abbigliamento, un bar, una gioielleria, un centro estetico. “Ma siamo solo all’inizio – spiega il coordinatore del progetto Paolo Rosellini -. Le richieste sono tantissime e nei prossimi giorni saremo impegnati a illustrare il progetto a cittadini e commercianti che si sono dimostrati interessati.”.
Ad esempio al Rondò, in via Fratelli Bandiera e in zona Rondinella, in viale Matteotti, dove stanno giungendo le prime richieste di adesione. “Cittadini e commercianti – racconta la coordinatrice dei gruppi Ghislaine Ravelli – ci contattano da ogni zona di Sesto tramite la pagina Facebook Sesto segnalazioni, via mail, con sms. Già nei prossimi giorni nasceranno nuovi gruppi di controllo di vicinato al Rondò e alla Rondinella”. “E’ la 
frutteriadimostrazione – affermano Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Marco Lanzoni Consiglieri della Lista Civica Sesto Nel Cuore unitamente ai due coordinatori del progetto Ravelli e Rosellini – che la concretezza ed efficienza possono trovare spazio anche nelle azioni politiche; la maggioranza e la Giunta, dimostrando ancora una volta la propria pachidermica lentezza burocratica, non sono stati capaci di dare risposte immediate ai cittadini rinviando ancora una volta ad una prossima riunione l’analisi e l’eventuale applicazione delle nostre proposte formulate ed illustrate in sede di commissione consiliare rinvenibili sul nostro sito www.sestonelcuore.net.
Il nostro gruppo politico, stanco di tanta inefficienza, si è messo all’opera sul territorio ed in poco tempo, illustrando le proprie proposte, ha coordinato e creato il primo gruppo di quartiere con finalità di favorire la maggior sorveglianza del territorio. Una della cause del degrado della politica è la lentezza di operare scelte veloci da parte di chi governa e questo episodio ne è la sostanziale conferma; ci vuole, da parte della maggioranza, più umiltà di ascolto e maggior buona volontà. Servono competenza ed efficienza. E’ ovvio – concludono Caponi, Tittaferrante e Lanzoni – che con la creazione di questi gruppi non pretendiamo di essere esaustivi sul tema sicurezza, un argomento che richiede sicuramente sforzi ed attività ulteriori, ma, con questa iniziativa, abbiamo dimostrato “che si può fare qualcosa”!
Sulla scia di questo gruppo, ne sono in corso di formazione molti altri cercando di renderli omogenei su tutto il territorio.”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

L’Università Milano-Bicocca dedica a Sofia Castelli una delle sue aule

A un anno dalla scomparsa, l’Università di Milano-Bicocca intitola una delle sue aule a Sofia …

Lascia un commento