Consiglio comunale aree Falck, Sesto nel Cuore: di stazione a ponte si parlava già nel 2010

Gianpaolo Caponi capogruppo Sesto nel Cuore
Caponi capogruppo Sesto nel Cuore

Continuano ad arrivare le reazioni e i commenti dopo il consiglio comunale tenutosi lo scorso 11 luglio sull’onda dell’arrivo del gruppo saudita nel progetto di riqualificazione sulle aree Falck di MilanoSesto. Critica la posizione della lista civica Sesto nel Cuore: “Alla seduta ha partecipato il Dott. Bizzi mentre l’Arch. Piano ha declinato l’invito sbattendo ancora una volta in faccia la porta alla comunità sestese, ricevendo, incredibilmente il plauso del Sindaco e della maggioranza completamente asservita alla proprietà. Un Consiglio Comunale inutile – affermano i Consiglieri Comunali di Sesto Nel Cuore Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Marco Lanzoni – dove hanno pensato di invitare parecchi esponenti del mondo imprenditoriale, sociale ed economico della città senza neanche ascoltarli! Inaccettabile! Solo con il nostro intervento abbiamo consentito che i cittadini e le associazioni invitate potessero trovare spazio per far sentire la propria opinione. Una serata dove la politica ha mostrato la parte peggiore di sé, tempo perso, una seduta consiliare di propaganda elettorale dove il Sindaco ci ha raccontato in anticipo la prossima fiaba che propinerà ai sestesi in campagna elettorale; ovvero la nuova stazione sospesa delle FS disegnata dall’Arch. Piano dimenticandosi che il progetto era già stato divulgato agli inizi del 2010. Piuttosto di fare promesse future pensi, la maggioranza, di realizzare le promesse fatte nella scorsa campagna elettorale. La verità – affermano i Consiglieri della Lista Civica Sesto Nel Cuore – è che la città, stremata, paga vent’anni di immobilismo, spazzati lunedì sera con incredibile facilità come se nulla fosse da alcuni interventi di consiglieri della maggioranza ed in primis del Sindaco, causati da incompetenza e da una persistente arroganza di chi ci ha governato e ci governa emersa con tutta la sua veemenza anche nell’ultimo consiglio comunale. Arroganza che fa il paio con una totale assenza e complicità di una parte dell’opposizione intenta più a tatticismi elettorali che al bene della nostra città; occorre fare attenzione e vigilare sulle manovre di palazzo capaci di fare comunella per tentare di fermare l’onda lunga del rinnovamento portata avanti dalla Lista Civica Sesto Nel Cuore. Fare politica significa realizzare; serve umiltà, spirito di servizio consapevoli che i problemi nella gestione vanno affrontati a viso aperto. Porte e finestre della nostra città vanno spalancate; occorre aria nuova e pulita!”.

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Elezioni, Confcommercio disponibile a ospitare confronti diretti fra i candidati

Con il deposito lo scorso 22 agosto delle liste per le prossime elezioni politiche del …

Lascia un commento