Aeroporto di Bresso, Amici Parco Nord: pronti a batterci

aeroporto-bresse-dallaltoSono allarmati i cittadini di Bresso riuniti nell’associazione Amici Parco Nord per il nuovo Regolamento di Scalo emanato da Enac, che consentirebbe già dal 1° luglio l’atterraggio e il decollo nell’aeroporto di Bresso di aeromobili di dimensioni fino ad oggi vietate e di carattere commerciale. “Chiediamo alle autorità locali, al Presidente del Parco Nord e ai Sindaci dei Comuni del Parco Nord – si interroga il presidente dell’associazione Arturo Calaminici -, quali iniziative di contrasto a tale decisione intendano assumere. Un eventuale stravolgimento unilaterale e arrogante dei patti e delle regole vigenti, rovescerebbe in un istante il compromesso che ha consentito finalmente la convivenza pacifica tra l’Aeroclub da una parte e i Comuni del Nord Milano e il Parco Nord, dall’altra. Una pace, dopo decenni di contrasti e di incomprensioni, fondamentale per tutti, anche per salvaguardare le attività di volo in essere”.
L’Associazione Amici Parco Nord rende noto di non essere intenzionata a subire passivamente “questa smaccata violazione degli accordi e delle regole vigenti”. “Con l’aiuto e la mobilitazione dei cittadini – continua Calaminici – abbiamo già rigettato, in anni recenti, analoghi tentativi di sovrapporre interessi privati e speculativi dell’aeroporto al diritto dei cittadini ad un ambiente sano e a una qualità della vita decorosa. Ancora una volta, se saremo chiamati a difendere il Parco Nord, noi, assieme ai cittadini, alle istituzioni democratiche e all’Ente Parco Nord, non ci sottrarremo”.
Intanto, questa mattina in Consiglio regionale la vicepresidente Sara Valmaggi (PD) ha promosso come prima firmataria un’interregazione per dire no all’aumento del traffico aereo all’aeroporto di Bresso. “ Facendo nostre – spiega Valmaggi- le preoccupazioni espresse dal sindaco di Bresso e unendoci a un’interrogazione parlamentare presentata sullo stesso tema, abbiamo voluto presentare un’interrogazione in cui chiediamo alla giunta di farsi parte attiva nella tutela dei cittadini del territorio limitofro all’aeroporto, convocando un incontro con tutte le parti in causa. Nel 2007- continua Valmaggi- era stato sottoscritto un protocollo d’intesa in cui si ponevano limiti precisi al traffico aereo e si vietava il potenziamento della struttura, questo per la vicinanza alle aree urbane, per la mancanza di sistemi di sicurezza adeguati e per la tutela del Parco nord, del quale fa parte lo scalo. Ora invece, l’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile) che ne disciplina l’accesso e la circolazione, con un nuovo regolamento disattende il protocollo d’intesa e apre al traffico comunitario civile, ad aerotaxi e elicotteri, senza limitazioni. Questo – conclude Valmaggi- non è accettbile perchè comporta gravi rischi per i cittadini e l’ambiente. Chiediamo alla Regione di adoperarsi perchè  non accada”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Primarie PD, costituito a Sesto il Comitato per Elly Schlein

Giovedì 2 febbraio è stato costituito a Sesto San Giovanni il comitato in favore della candidatura …

Lascia un commento