Lavoratori CDD: ringraziamo di vero cuore il sindaco per averci distrutto

Dai lavoratori dei CDD Mimosa e Magnolia riceviamo e pubblichiamo
“Oggi anche l’ultima nostra responsabile ha lasciato il nostro Centro (il centro diurno disabili di via Boccaccio, oggetto dell’esternalizzazione da parte del Comune di Sesto San Giovanni, ndr).
Da oggi qui resteranno solo gli educatori, il personale ausiliario e una coordinatrice, totalmente abbandonati, senza alcun punto di riferimento istituzionale.
Dopo 40 anni di servizio con la disabilità prestato a nome di questa Amministrazione e dopo che molti degli attuali politici si sono riempiti la bocca dell’importanza del nostro lavoro, quello che resta sono locali vuoti, così come il nostro orizzonte lavorativo. Tutto sfasciato.
Non sappiamo ancora quale gestore privato erediterà questo pluridecennale patrimonio che  verrà  svenduto al miglior offerente. Vedremo.
Ringraziamo tutto il personale amministrativo e i nostri responsabili che, commossi, ci hanno salutato oggi. E’ proprio la fine di un’era in cui il lavoro della gente e i valori ad esso legati ancora contavano.
Ringraziamo ancora di vero cuore il Sindaco Monica Chittò per averci distrutto e tutti coloro che hanno votato in Consiglio Comunale la fine del servizio pubblico di qualità.
Ringraziamo l’assessora Roberta Perego, che tuttora brilla per la sua assenza e per la pervicacia  fino ad ora impegata nel volerci fuori dall’Ente. Siamo stati costretti ad affrontare in totale solitudine questo processo di “cambiamento” e denunciamo pertanto la totale assenza della Amministrazione nell’offrire il sostegno dovuto a lavoratori in grande difficoltà.
Tutto questo ci fa convintamente ripetere lo slogan esposto la notte del 29/2 /2016 in Consiglio Comunale: Appuntamento al 2017!”

Le lavoratrici e i lavoratori dei CDD Mimosa e Magnolia

Sesto San Giovanni

26/5/2016

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Stabile comunale di via Marx 606, gli inquilini chiedono di non essere lasciati soli

Il Comitato inquilini Marx 606 chiede attenzione sulla situazione che sta interessando lo stabile comunale …

Lascia un commento