Nel libro di Francesco Dell’Orco i sonetti del sanferdinandese Salvatore Memeo

libro-memeoC’é un filo sottile ma solidissimo che lega San Ferdinando di Puglia a Sesto San Giovanni. Numerosi sono, negli anni sessanta e settanta, le famiglie pugliesi salite al nord per cercare lavoro, e in alcuni casi rientrate nella terra degli ulivi mantenendo però vivo con la nostra città un legame fortissimo. Un legame fatto di volti amici e luoghi del cuore. È così per Salvatore Memeo, poeta e scrittore, con all’attivo numerosi riconoscimenti per la sua poliedrica e avventurosa esistenza.
Proprio sabato 21 maggio, Salvatore Memeo presenterà a Bisceglie, il suo ultimo lavoro, scritto con l’amico Don Francesco Dell’Orco*, canonico penitenziere della Concattedrale di Bisceglie e parroco della Comunità Stella Maris a Bisceglie.
“Per conoscere Gesù e crescere nen discepolato – Catechesi mistagogiche domenicali”, questo il titolo del volume edito da Nuova Mezzina Molfetta, in cui don Dell’Orco, come in uno scrigno, raccoglie i gioielli dei divini misteri, delle celebrazioni domenicali e festive dell’anno liturgico, delineando un percorso di introduzione sempre più profonda nel mistero di Cristo. Un ulteriore originale contributo alla mediazione dei contenuti è costituito nell’appendice dai sonetti di Memeo, composti su sollecitazione dell’amico Francesco a corredo delle sue catechesi mistagogiche domenicali (dal greco mistagoghía: iniziazione ai misteri).
Come nasce la collaborazione tra Memeo e Dell’Orco è lo stesso poeta a rivelarlo. «Avevo già letto in passato degli scritti di Francesco che mi ispirarono due sonetti che gli inviai per email. E lui parlandomi della pubblicazione mi accennò un suo desiderio: affiancare ad ognuna delle 54 catechesi un mio sonetto». Dopo una notte insonne Memeo prende una decisione, rilegge tutte le catechesi e l’ispirazione fa il resto. Nelle pagine scorre la testimonianza, fluida e chiara, di don Dell’Orco e ad impreziosirla giungono i sonetti di Memeo che con grazia dischiudono davanti agli occhi immagini vivide, palpabili. Come nel sonetto “Si appresta il Santo Natale” per la catechesi della III domenica di Avvento:

Campane assopite e i fiocchi di neve
silenti addobbano un mondo incantato
pure l’abete dal bosco rasato
si mette a festa per un tempo breve.

Si aspetta Natale tra aromi e suoni:
festanti i bimbi interno al braciere,
dove la nonna con occhio a mestiere
li guarda e avvisa di stare più buoni.

Il volume di Francesco Dell’Orco e Salvatore Memeo sarà presentato sabato 21 maggio presso la   Parrocchia Stella Maris di Bisceglie (ore 20) in seguito alla celebrazione eucaristica presieduta da Don Francesco Micunco dell’Arcidiocesi di Bari-Bitornto (ore 19). La presentazione sarà a cura di Don Prof. Giuseppe Micunco, Direttore dell’Ufficio diocesano Laicato dell’Arcidiocesi Bari-Bitonto e sarà moderata da Diac. Prof. Riccardo Losappio, Direttore dell’Ufficio diocesano Cultura e Comunicazioni sociali. Saranno presenti gli autori.

*Francesco Dell’Orco ha pubblicato nel 2015 “Pillole quotidiane per il Giubileo straordinario della misericordia” e più di recente “366 giorni con il venerabile don Pasquale Uva” (fondatore dell’opera Casa della divina provvidenza), 366 pensieri scanditi in ciascun giorno dell’anno che parlano di pace, consolo airone, penitenza, felicità.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

‘Libri in Villa’: presentato ‘Le due mogli di Manzoni’  di Marina Marazza

Un filo di seta si srotola dal bozzolo gelatinoso che il solerte baco, con il …

Lascia un commento