Amianto, Inail condannata a riconoscere la malattia professionale di ex operaio della Breda

amianto-silvestro-capelliNell’udienza del 21 aprile alla sezione Lavoro del Tribunale di Monza il giudice ha condannato l’Inail a riconoscere la malattia professionale a Silvestro Capelli, un ex operaio della Breda Fucine di Sesto San Giovanni colpito da un tumore alla laringe nel 1996. Silvestro (nella foto, con il microfono) ha lavorato alla Breda Fucine dal 1975 al 1992 con mansioni di operaio presso i reparti “Macchinario” e “Aste Leggere”, come fresatore/alesatore/saldatore, in reparti con elevate concentrazioni di fibre di amianto. Nel 1995 gli viene diagnosticata una neoplasia laringea e il 2 gennaio del 1996 viene sottoposto ad una laringectomia totale che gli lascia un buco nella gola.
L’Inail si è sempre rifiutata di riconoscere al lavoratore Capelli la malattia professionale nonostante gli avesse riconosciuto nel 2006 l’esposizione all’amianto costringendolo di fatto ad andare in causa per far valere i suoi diritti. Il Tribunale di Monza ha riconosciuto l’eziologia professionale fra cancro alla laringe e l’esposizione all’amianto con il 60% di danno biologico, condannando l’Inail al risarcimento e alla costituzione di una rendita.
“La giustizia – commenta Michele Michelino, presidente del Comitato per la Difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio – ha tempi lunghi, che purtroppo non hanno gli operai con patologie dovute all’esposizione all’amianto con attesa di vita limitata. Con questa sentenza il Tribunale di Monza ha riconosciuto la malattia professionale finora negata dall’Inail e per quanto tardiva finalmente un briciolo di giustizia è stato fatto, anche se siamo solo al primo grado di giudizio”.
La storia di Silvestro è una di quelle raccontate nel libro Amianto: morti di “progresso” di Michele Michelino e Daniela Trollio, uscito il mese scorso. Il libro sarà presentato a Milano al Teatro della Cooperativa (via Hermada 8) il 28 aprile, ore 20.30, nella giornata mondiale contro l’amianto che si svolge in tutto il mondo.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Gruppo Cap per l’inclusività e la sostenibilità attraverso lo sport

Tre progetti dedicati alla valorizzazione dello sport femminile, sei dedicati alla promozione dell’inclusività e della …

Lascia un commento