Scarafaggi alla scuola materna di via Savona, esposto all’Asl di Di Stefano (FI)

distefanoAncora scarafaggi nelle scuole materne di Sesto San Giovanni. Da almeno una settimana i bambini della materna di Via Savona, appartenente all’Istituto Comprensivo Marzabotto, sono costretti a convivere con ripetute incursioni di scarafaggi. A lanciare la denuncia è il capogruppo consiliare di Forza Italia Roberto Di Stefano (nella foto) che questa mattina ha presentato un’interrogazione urgente e depositato un’esposto all’ASL chiedendo interventi immediati per tutelare la sicurezza e l’igiene dei bambini.
“Due anni fa denunciai – dichiara il vice presidente del consiglio comunale Di Stefano – la stessa situazione alla materna Marx dell’Isituto Pascoli, ora in Marzabotto, guarda caso sono coinvolte sempre le scuole della periferia. E’ una vicenda molto grave, i genitori sono preoccupati per la situazione igienico-sanitaria dell’istituto scolastico e non sanno più a chi rivolgersi per cercare una soluzione definitiva. Sono state avvisate le maestre e il dirigente scolastico ma nulla è cambiato. Ho chiesto quasta mattina, attraverso un’esposto all’ASL di intervenire immediatamente sperando che il sindaco e l’assessore di competenza chiedano spiegazioni al dirigente scolastico sulle motivazioni di tale scempio e, se fosse il caso, prendano dei provvedimenti. E’ doveroso che le istituzioni intervengano in tempi brevissimi quando si parla di salute e igiene dei luoghi pubblici”.
Il primo passo, è stato quello di segnalare all’ASL la presenza di blatte all’interno dell’istituto, valutarne l’origine e un eventuale intervento risolutivo nell’interesse dei bambini che lo frequentano. “In questi casi, – conclude DiStefano -, si deve agire e in fretta perché i bambini non meritano di frequentare una scuola senza le dovute precauzioni sanitarie”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

L’Università Milano-Bicocca dedica a Sofia Castelli una delle sue aule

A un anno dalla scomparsa, l’Università di Milano-Bicocca intitola una delle sue aule a Sofia …

Lascia un commento