Vasca di laminazione Parco Nord, si avvicina la conferenza dei servizi

parconordMartedì 5 aprile si aprirà la Conferenza dei servizi riguardo al progetto della vasca di laminazione nel Parco Nord. Il destino dei residenti delle vie Papa Giovanni, Lillo del Duca, Bologna (Bresso) e degli alunni della Scuola materna di via Campestre (tutti a qualche decina di metri dall’area dove si vorrebbe realizzare la vasca) e degli alunni della Scuola elementare di via Bologna e dei residenti di Bruzzano e di via Ornato (a qualche centinaio di metri) si deciderà in Regione tra pochi giorni.
Intanto sono state raggiunte quasi 2000 firme contro la vasca nel Parco Nord. Le firme vengono non solo da Bresso, ma da molti comuni dell’hinterland milanese e da diversi quartieri di Milano (Bruzzano, Niguarda, ecc.)
“Se 4 ettari di Parco Nord (miracolo della biodiversità del Nord Milano) – scrivono i firmatari – verranno distrutti per impermeabilizzare il terreno con la costruzione di un’enorme vasca profonda 10 metri (e quindi pericolosa), della capienza di 250.000 m³ di acque inquinatissime e mischiate ai reflui fognari. Se il quartiere Papa Giovanni di Bresso e i dintorni dovranno respirare pericolose esalazioni di sostanze altamente volatili (molte delle quali definite “pericolose prioritarie” dalla Comunità europea) che si raccoglieranno nella vasca per diversi giorni dopo ogni ondata di piena del Seveso lo stabilirà la Commissione per la Valutazione di impatto ambientale”.
I quasi 2000 cittadini firmatari sperano che le numerose obiezioni da loro espresse nelle Osservazioni al progetto definitivo, inoltrate alla Regione, possano persuadere i membri della Commissione che questa struttura comporterebbe “un grave scempio ambientale, oltre a un grave rischio per la salute”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Blackout elettrici, PD Sesto: cittadini esasperati dai continui disservizi

Il PD cittadino interviene sui disagi legati ai blackout elettrici verificatisi in città a seguito …

Lascia un commento