Referendum costituzionale, Sestodemocratica dice no

sestodemocraticaDa Sestodemocratica riceviamo e pubblichiamo
Sestodemocratica ha aderito al comitato nazionale di coordinamento al no al referendum costituzionale e si impegna ad essere parte del nascente comitato locale, nella convinzione che con questa riforma venga impoverita la democrazia attraverso un accentramento del potere nelle mani dell’esecutivo a scapito del Parlamento.
L’insieme della riforma costituzionale e della nuova legge elettorale permette ad un partito e al Presidente del Consiglio di controllare il Parlamento e di governare in assenza dei contrappesi pensati dai padri costituenti per garantire le regole democratiche della nostra Repubblica.
Non siamo tra quelli che gridano al “golpe”, ma riteniamo sia decisamente negativa l’impalcatura di questa riforma che gli italiani nella sua essenza hanno già respinto con il referendum del 2006.
Sono state ridicolmente coperte le statue “nude” nei musei capitolini per la visita del premier iraniano, la democrazia e la rappresentanza nel nostro Paese non vogliamo sia coperta.
Solo una democrazia “nuda” può essere viva.

Sestodemocratica

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Sesto, approvato il rendiconto di gestione 2023

Martedì 7 maggio il Consiglio Comunale ha approvato il rendiconto di gestione 2023 del Comune …

Lascia un commento