Bocciofila Falck, arriva in commissione consiliare la petizione con 400 firme

commissione-centroi-falck-gennaio-2016E’ arrivata lunedì 25 gennaio al tavolo della discussione in commissione consiliare la petizione di oltre 400 firme contro la chiusura della bocciofila Falck. Parlano di un successo politico non solo di merito ma anche di metodo, i consiglieri comunali di Sesto nel Cuore, che da sunito hanno sostenuto la petizione dei bocciofili. «Con buona pace della partecipazione diretta dei cittadini gridata ai quattro venti dalla maggioranza – commenta il capogruppo Gianpaolo Caponi -, i cittadini hanno espresso tutta la loro indignazione per un pezzo di storia sportiva sestese che viene praticamente tagliato fuori e dismesso dalla giunta per sole ragioni di profitto e di investimento.
Inaccettabile che la bocciofila sestese – fiore all’occhiello da sempre anche nel panorama nazionale – debba cedere spazi e servizi in nome di un project financing proposto dall’operatore privato che peraltro – a detta dello stesso assessore Rivolta – non ha soddisfatto tutti i requisiti previsti dalle normative. Tutto il comparto bocce non risulta menzionato nell’unico testo preso in esame: il che è scandaloso».
«In parole povere si tratta di un progetto che fa acqua da tutte le parti – intervengono Angela Tittaferrante e Marco Lanzoni – e che viene alla luce solo grazie alla nostra azione tenace, caldamente supportata dai cittadini e dalle loro federazioni di settore».
«La Giunta non può lasciarsi guidare dalla sola logica del profitto anche davanti a operazioni di rilancio e di investimento di privati – afferma Caponi – ma deve farsi carico di un progetto di aggregazione sociale, con spazi gratuiti e fruibili . Questo sbilanciamento del finanziario sul sociale è un autogol persino per una giunta di sinistra; e ad oggi la proposta in campo del privato proponente  non va in questa direzione. In altre parole se non fosse stato per la nostra lista civica a sostegno della bocciofila al Falck  – termine persino scomparso nel progetto Cierre –  sarebbe prevalsa la solita logica del silenzio-assenso così magari poi non se ne accorge nessuno. Va detto con chiarezza che non si trattano i cittadini in questo modo e benché meno gli appassionati che ancora credono nella valenza realmente sociale dello sport».

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Gasc Sestese e Geas Volley annunciano la loro unione

Gasc Sestese e Geas volley hanno ufficialmente unito le forze attraverso un processo di incorporazione. …

Lascia un commento